Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Nessuna fusione tra i “due” Potenza

Più informazioni su

Un nuovo comunicato congiunto dei due presidenti che punta a fare un po’ di chiarezza.

“I due Presidenti Giovanni Ferrara e Piero Basile, rispettivamente di Rossoblù Potenza e Città Potenza S.S.a.r.l., davanti alla già annunciata intenzione di formare un soggetto unico a mo di fusione delle rispettive realtà calcistiche, hanno preso atto di una condizione di totale assenza partecipativa del tessuto economico potentino, nonostante singole sollecitazioni a più parti e gli ulteriori inviti formalizzati da parte del Sindaco Ing. Vito Santarsiero nel convincere soggetti già vicini alle sorti del maggior sport cittadino a rinnovare il loro impegno.

Nel sostenere che sarebbe bastato far sintesi intorno ad un discorso di riorganizzazione affatto dispendioso, pur consapevoli dell’oggettiva congiuntura sfavorevole in cui versa l’ambiente economico locale, Ferrara e Basile si augurano che questo primo tentativo non risulti vano. Anzi, che possa far da stimolo affinché si guardi al prossimo imminente futuro con maggiore positività per il rilancio del calcio a Potenza. Tutto questo, messo in risalto professionalmente dalla stampa sana ed attenta ma usata maldestramente da quella tendenziosa o dedita allo scoop di giornata, generatrice di un malessere diffuso che semmai ha allontanato ogni qualsivoglia forma di sostegno.

Molto probabilmente, l’azione dell’Amministrazione Comunale – come accaduto in altre città anche dell’Interregionale – non ha prodotto l’incisività sperata. Le due società ben immaginano le tante problematiche che riguardano la comunità ed il relativo impegno da parte di coloro i quali ne sono garanti in funzione della cosa pubblica. Ma è pur vero, con assoluta certezza, che l’aspetto sportivo di un popolo è d’indubbia primaria importanza.

Tra addetti ai lavori e tesserati di ogni ordine e grado, entrambe le squadre hanno investito risorse autonome con enormi sacrifici, avendo la piena convinzione di operare per il bene comune dando spazio a giovani calciatori e maestranze del posto.  L’obiettivo prefissato è stato portato avanti su di un lungo e difficile percorso, quasi proibitivo, che costringerà i “due” Potenza ad un cammino solitario per onorare gli impegni presi.

La realtà del pallone nel capoluogo lucano è stata nell’ultimo periodo usata come argomento nelle chiacchiere da bar ma affatto presa seriamente in considerazione per il valore che rappresenta. Ogni tentativo reale è stato già consumato con serietà. Da qui l’estrema conclusione che non saranno ammissibili altri tentativi di millantare salvataggi o creare alibi verso la causa rossoblu”.

Più informazioni su