Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Total, Tempa Rossa e i pozzi sulla luna

La Total su nostra gentile richiesta non ci invia più i comunicati stampa. Apprendiamo quindi, da un’Ansa di ieri 19 luglio, che la multinazionale francese

Più informazioni su

La Total su nostra gentile richiesta non ci invia più i comunicati stampa. Apprendiamo quindi, da un’Ansa di ieri 19 luglio, che la multinazionale francese

“Apre le porte del sito petrolifero di Tempa Rossa ai cittadini dei Comuni che ricadono all’interno della Concessione Gorgoglione. Nei mesi di luglio e agosto, ogni mercoledì e venerdì dalle ore 9.30 alle 11.30, il Centro oli sarà visitabile dagli abitanti del comprensorio, che potranno così osservare direttamente, e da vicino, le attività in corso nel cantiere, dove Total è impegnata nella costruzione delle infrastrutture e del centro di trattamento degli idrocarburi che verranno estratti dai pozzi. Per partecipare alle visite, ai cittadini dei centri interessati basterà rivolgersi al proprio Comune e richiedere informazioni. Per agevolare il raggiungimento del sito, Total ha anche allestito un servizio gratuito di navetta”. Bella mossa di psicologia sociale. Loro queste tecniche le conoscono bene. Vergogna. Cari dirigenti della Total, non sarà una gitarella a convincere le persone più avvedute della vostra “benevolenza per il territorio”. E’ difficile dimenticare i veleni che avete cosparso in quelle terre. E’ difficile dimenticare le bonifiche promesse e mai realizzate. Quelle porcherie sono ancora lì sotterrate, tra pascoli e casolari. E’ difficile dimenticare le prepotenze che avete esercitato sulla popolazione in quelle zone, e i diritti umani che avete violato. I danni, irreversibili, morali, fisici, ambientali, che avete provocato a quella gente sono lì, come affreschi dell’orrore, a ricordarci chi siete. Per una volta provate a trivellare nelle vostre coscienze e magari scoprirete che la vita vale più di una manciata di dollari. Scoprirete che una pecora al pascolo non è indizio di arretratezza ma amore per la vita. Scoprirete che una vigna rigogliosa vale più di una sporca menzogna. Scoprirete che una sorgente d’acqua limpida vale più di un maledetto barile di petrolio. Ma questo non accadrà mai, perché non si può scavare nella coscienza se la coscienza non ce l’hai. C’è una profonda differenza culturale tra noi e voi: Noi non vogliamo la luna nel pozzo, ma voi vorreste i pozzi anche sulla luna. Indietro, forse, non si può tornare, ma fermarsi è ancora possibile.

Più informazioni su