Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Lavoro nero, una denuncia e 90mila euro di multa

I controlli dei carabinieri in alcune attività ricettive, scoperto anche un lavoratore minorenne

Una persona denunciata per violazione delle norme vigenti in materia di lavoro, un’attività ricettiva sospesa e 26 sanzioni pecuniaria, pari ad un totale di oltre 90mila euro.

E’ il bilancio dell’attività di controllo effettuata, ad alcune imprese operanti nel settore ricettivo a Lavello, nel fine settimana appena trascorso, dai carabinieri della locale Stazione, con i colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile di Venosa e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Potenza.

Dagli accertamenti eseguiti sono stati trovati 25 lavoratori, di cui uno minorenne, completamente in nero e non sottoposti tra l’altro alle previste visite mediche obbligatorie, nonché l’utilizzo di quattro lavoratori con mansioni specifiche non regolarmente iscritti nei previsti elenchi prefettizi.

Il datore di lavoro, una 53enne incensurata del luogo, è stata denunciata in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Potenza per le diverse violazioni alle vigenti norme in materia di lavoro mentre l’attività è stata sospesa.

Nell’ambito degli stessi controlli sono state inoltre elevate, a carico di cinque persone, ben ventisei sanzioni amministrative per un importo complessivo di 85.333 euro e due ammende per un totale di 6.788 euro.