Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Incidenti stradali, in Basilicata un incremento rispetto al 2015

I dati Istat analizzati nel corso di una riunione dell'Osservatorio per il monitoraggio degli incidenti stradali

Si è riunito, oggi, in Prefettura a Potenza, l’Osservatorio per il monitoraggio degli incidenti stradali: l’organismo istituito per monitorare gli incidenti stradali e individuare adeguate strategie di contrasto al fine di realizzare l’obiettivo, auspicato dal “piano di azione europeo” per il decennio 2010-2020, di dimezzare il numero dei decessi.

Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato i rappresentanti dell’Istat, delle forze di polizia, dei vigili del fuoco, della Provincia e del comune di Potenza, del compartimento Anas di Basilicata e dell’Ufficio scolastico regionale e provinciale, sono stati analizzati i dati elaborati dall’Istat sulla base dei dati forniti dalle forze di polizia.

In Basilicata nel corso del 2016 si sono verificati 945 incidenti che hanno causato la morte di 42 persone ed il ferimento di altre 1.519. Rispetto al 2015 si registra un incremento degli incidenti dell’ 1% ma un decremento dei feriti (-2,8%) e dei morti (2,3%). Rispetto al dato nazionale, si registra una controtendenza relativamente al numero di feriti (-2,8% rispetto a +0.9 nazionale) e un decremento dei morti (-2,3%) inferiore a quello nazionale(-4,2%).

Il maggior numero di incidenti si è verificato in provincia di Potenza, anche se in quella di Matera è notevolmente aumentato il numero dei morti (+17,7%) mentre in quella di Potenza sono sensibilmente diminuiti (-15,4%).

Si è concordato di continuare nell’attività sinergica di tutte le componenti coinvolte, predisponendo adeguate attività di intervento e contrasto al fenomeno con un’intensificazione dei servizi di vigilanza finalizzati a reprimere le condotte di guida pericolose come l’eccesso di velocità, il sorpasso vietato e soprattutto la guida in stato di ebbrezza e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, con l’impiego di un “drug-test” di nuova generazione, più veloce ed efficace.

L’Ufficio scolastico provinciale ha previsto un progetto “Sicurezza sulle strade” che vede coinvolte le forze di polizia e i dirigenti scolastici e la collaborazione dell’Istat per sensibilizzare i ragazzi ad una guida più consapevole, anche in relazione all’uso non corretto del cellulare durante la guida.