Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Le Lezioni del Novecento del Furor Sinisgalli tornano nelle scuole lucane

Quest’anno sono ben cinque gli Istituti scolastici ad aver aderito, ospitando fra ottobre e dicembre le lezioni di quattro autori

Con la riapertura delle scuole, tornano le “Lezioni del Novecento, ovvero il Furor Sinisgalli per la scuola”, appuntamento dedicato agli studenti lucani dell’ultimo anno delle superiori organizzato dalla Fondazione Leonardo Sinisgalli, giunto alla sua sesta edizione.

Quest’anno sono ben cinque gli Istituti scolastici lucani ad aver aderito all’iniziativa, ospitando fra ottobre e dicembre le lezioni di quattro grandi autori con cui analizzare le evoluzioni della letteratura contemporanea, proprio a partire da questioni che affondano le loro radici nel secolo scorso.

Le “Lezioni del Novecento” sono parte integrante del palinsesto Acamm, la rete dei musei e delle biblioteche dei comuni di Aliano, Castronuovo, Moliterno e Montemurro.

Si comincia il 7 ottobre alle ore 10:00 all’’ I.I.S. “Enrico Fermi” di Policoro, con la Lectio magistralis su La letteratura meridionale e la questione globale, tenuta dallo scrittore e giornalista di origini lucane Andrea di Consoli, che al Sud ha dedicato molte pagine della sua produzione narrativa e saggistica nonché la sua attività di direttore della casa editrice Avagliano.

Il 21 ottobre (ore 10) l’ I.I.S. “Leonardo Sinisgalli” di Senise porta in cattedra un altro grande esperto di letteratura e di Sud, il giornalista campano Francesco de Core, redattore capo del quotidiano “Il Mattino” e autore di diversi testi che hanno al centro proprio il Mezzogiorno d’Italia.

La lectio di de Core affronterà il tema Scrivere (da Sud) al tempo di Gomorra, con riferimento a quella scrittura che porta alla luce, senza veli, i grandi conflitti del Meridione, nel quale si intrecciano i diversi strati delle civiltà da cui è stato attraversato, la bellezza dei suoi paesaggi e i grandi problemi delle mafie, della disoccupazione, delle migrazioni.

Un genere letterario che molto piace ai giovani per l’immediatezza dei suoi messaggi, sarà invece al centro della lezione di Patrizia Rinaldi al Liceo Scientifico “Galilei” di Potenza, in programma l’11 novembre (ore 10.00).

La scrittrice, tra le più importanti voci della letteratura per ragazzi, vincitrice del Premio Andersen Miglior Fumetto 2017, parlerà infatti di Letteratura disegnata: fumetti, graphic novel e graphic romanzo, e di come, attraverso la sapiente fusione fra testo i immagini, si possano affrontare temi di estrema profondità, riuscendo a intercettare al contempo i gusti di giovani e adulti.

Due saranno infine gli appuntamenti che vedranno protagonista lo scrittore e giornalista Giuseppe Lupo, che da Milano, dove vive e lavora insegnando all’Università Cattolica, torna spesso nella sua Lucania, raccontata in molte delle sue opere. Il 6 dicembre 2017 Lupo sarà all’ I.I.S “Petruccelli-Parisi” di Moliterno (ore 10.00) per presentare il suo ultimo libro Gli anni del nostro incanto (Marsilio 2017), un viaggio familiare attraverso l’Italia del miracolo economico e degli anni di Piombo che mette a confronto i conflitti tra la generazioni dei padri e quella dei figli.

Il giorno dopo, 7 dicembre alle ore 10:00, Lupo incontrerà gli studenti dell’ I.I.S “G. Peano” di Marsico Nuovo per la sua lezione dal titolo La narrazione del Boom economico, con un’analisi dei temi affrontati dalla letteratura italiana fra gli anni ’60 e ’70.

Come per lo scorso anno, tutte le lezioni sono aperte al pubblico.