Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

L’Associazione MUV Matera presenta la sua versione del mercante in fiera: “U zanzén d Matàr” foto

Più informazioni su

L’associazione MUV Matera attiva dal 2014 e da tempo attiva nella valorizzazione delle tradizioni materane, nella salvaguardia della memoria storica e del dialetto materano, presenta un nuovo progetto ludico-didattico che potrà allietare le famiglie materane durante le feste di Natale contribuendo a diffondere termini e immagini della materanità: “U zanzén d Matàr” ovvero il mercante in fiera in versione materana.

Nel celebre gioco del mercante in fiera, la figura del banditore è sostituita così da U zanèn, ovvero il sensale o negoziatore, personaggio che nella tradizione materana era esperto nel combinare affari, commerciali, finanche matrimoniali. U zanzén riusciva a moderare e negoziare, mettendo d’accordo chi proponeva un affare e chi doveva accettarlo. Aveva indiscusse capacità di persuasione, di convincimento ma anche una certa autorevolezza nel suo modo di fare. Tutte doti che vengono richieste al banditore del mercante in fiera e chi vorrà cimentarsi in questo bel gioco che contiene quaranta foto in cui l’associazione ha scelto quelle più rappresentative della materanità, monumenti, utensili, animali ecc. con voci in italiano e in dialetto, curate dallo studioso ed esperto di dialetto materano Angelo Sarra.

Le foto provengono invece prevalentemente dall’Archivio V.Sarra – Bennardi e dall’Archivio Masciandaro.

Ancora una volta l’associazione cerca e crea occasioni in cui il gioco in famiglia è occasione e pretesto per ricordare da dove veniamo, quali utensili e termini si usavamo, magari con qualche nonna che potrà correggere la pronuncia delle più nuove generazioni o giocando a riconoscere per esempio “u chìch’m” (l’orcio in terracotta per acqua a collo stretto) rispetto a “u pignatìdd” (il piccolo orcio in terracotta per legumi), guai a confonderlo con “u cuandrucchij” (il piccolo vaso da notte).

Dopo quello della Tombola Materana, si preannuncia così, un altro successo de U zanzén d Matàr, già in distribuzione presso le principali librerie ed edicole della città, in un’edizione inedita e limitata.

L’associazione riutilizza i contributi derivati da questi progetti per attività volte alla valorizzazione e conservazione delle tradizioni materane, in cantiere infatti una mostra dedicata al Natale che il MUV Matera sta organizzando con la collaborazione dell’Archivio di Stato di Matera finanziata interamente ed esclusivamente dall’Associazione. La mostra sarà inaugurata il 5 dicembre alle ore 17:30 presso l’Archivio di Stato di Matera.

Più informazioni su