Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Un lucano alla semifinale del Tour Music Fest

Simone Archetti, di Rionero in Vulture, in lizza per il Festival presieduto da Mogol


Più informazioni su

 

Originale, eclettico ma soprattutto talentuoso: con il suo genere tech-house, Simone Archetti in un percorso lungo sei mesi, è riuscito a convincere l’esigente giuria del Tour Music Fest – The European Music Contest e ad aggiudicarsi così a pieno merito un posto nell’attesa Semifinale del festival che si terrà il 10 Novembre presso il Jailbreak di Roma . Questa sarà l’ultima sfida da sostenere per arrivare a calcare il palco della Finalissima internazionale del 24 Novembre in scena allo storico Piper Club di Roma.

Un palco che ha visto esibirsi artisti del calibro di Kurt Cobain, Renato Zero, Patty Pravo e molti altri e che, se Simone Archetti riuscirà a superare l’ultima prova, ospiterà anche la sua esibizione al cospetto del presidente di giuria Mogol e dei massimi esponenti della discografia italiana per rincorrere il sogno di vincere i fantastici premi in palio come un contratto di distribuzione con Sony Music Italy , un tour Europeo di concerti e un contratto di sponsorizzazione del valore di 10.000 euro da investire nella propria musica.

Questa del Tour Music Fest – riferisce Simone Archetti – è per me una grandissima occasione per far conoscere ad un pubblico sempre più ampio la mia musica. Dopo mesi di dure selezioni, sono felicissimo di essere tra i semifinalisti di questo importante appuntamento musicale e, anche se non sarà facile, ce la metterò tutta per arrivare all’appuntamento finale al Piper”.

Simone Archetti ha convinto la Commissione Artistica del Tour Music Fest con il suo approccio innovativo con un mix dai suoni tech-house, riproponendo un progetto in maniera attenta e originale e dimostrando una capacità decisamente rara di saper giocare con la musica, la voce e le sonorità. “Dopo anni di prove in studio, – asserisce Archetti – nella mia esibizione ho cercato di tirare fuori tutta la mia personalità e lo stile che da sempre contraddistingue la mia musica. Questo obiettivo della semifinale è per me soltanto un punto d’inizio. Spero di convincere la giuria e di avere la possibilità di giocarmi la finalissima”.

Il prossimo appuntamento con Simone Archetti per il Tour Music Fest sarà il 10 Novembre al Jailbreak Live Club di Roma in via Tiburtina 870 per scoprire se con il suo talento si meriterà l’accesso all’evento di musica emergente più atteso dell’anno: la Finalissima del Tour Music Fest, il 24 Novembre sull’emozionante palco del Piper Club .

Più informazioni su