Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Furti, a Venosa arrestato un 18enne bulgaro

Continua l'azione di monitoraggio dei carabinieri sul territorio Potentino

Più informazioni su

Arrestato a Venosa, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia un 18enne bulgaro, con precedenti per reati contro il patrimonio.

Il ragazzo stava rubando, all’interno di un bar, un televisore LG 37 pollici e il registratore di cassa contenente denaro contante. È stato colto in fragrante, nelle prime ore della notte, dai militari dell’equipaggio Radiomobile, mentre cercava di portare via i beni dopo aver aperto l’ingresso del locale con un piede di porco.

La refurtiva, del valore complessivo di euro 600 euro, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

I Carabinieri della Compagnia di Potenza, invece, dopo svariate indagini, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria, un 25enne rumeno, domiciliato a Napoli, con precedenti per furto. Gli indizi sono stati tali da ritenerlo  autore, con altri complici, del furto di chiavi di veicoli commesso in un’azienda di Tito nel dicembre scorso.

Intanto, nei giorni scorsi, l’Arma ha proseguito l’azione di prevenzione contro i furti. Denunciati due cittadini italiani (20 e 45 anni) per furto e ricettazione, un 24enne per possesso di armi adatti allo scasso e sette persone per un giro di trattori rubati tra il Senisese e la zona di Corigliano Calabro (CS), di questi tre mezzi sono stati recuperati.

Arrestate due donne rumene per tentato furto in danno di un anziano e due pregiudicati campani per il furto di 3000 litri di gasolio nei ponti ripetitori della Mediaset Spa su Monte Li Foy.

Sono stati indotti alla fuga alcuni malviventi, che hanno abbandonato la loro auto, forse dopo aver tentato un furto in casa. A Tito è stato recuperato un furgone carico di rame rubato, per un valore di 30mila euro.

È stata eseguita l’ordinanza di misura cautelare a carico di un pregiudicato barese, individuato come complice di due altri pregiudicati che, nel pomeriggio del 28 aprile 2017, erano stati arrestati in flagranza di reato per un tentato furto in abitazione.

Più informazioni su