Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Parte da Lavello il tour dei Blue Moka, con Fabrizio Bosso gireranno l’Italia

Prima data, il 12 gennaio, al teatro San Mauro della cittadina lucana

Venerdì 12 gennaio alle 21 al Cinema Teatro San Mauro di Lavello, parte il Bluemoka Tour: il quartetto “Blue Moka”, composto da Alberto Gurrisi (hammond), Emiliano Vernizzi (sax), Michele Bianchi (chitarra) e Michele Morari (batteria), presenta in anteprima il disco omonimo, in uscita il 19 gennaio per Jando Music/Via Veneto Jazz, che vede la partecipazione straordinaria di una leggenda del jazz, Fabrizio Bosso.

Prima data del tour che porterà in giro per i teatri d’Italia i Blue Moka e Fabrizio Bosso per presentare l’album d’esordio, che raccoglie 8 brani originali, coniugando atmosfere blues con ritmi funky e r’n’b, aprendosi al nu-jazz newyorkese. A questi brani si aggiungono due standard rivistati di Wayne Shorter (Footprints) e Michel Petrucciani (Brazilian Like)e un tributo a Lucio Dalla (Futura), musicista molto caro alla band.

Blue Moka” riprende i colori della tradizione jazzistica americana ma sperimenta con le tessiture cromatiche, creando una nuova sfumatura di blu: un blue moka. Una cifra stilistica che oscilla tra ricerca di linguaggio, tradizione e groove, uno spazio che tutti i membri abitano con ironia e complicità grazie anche al sound energetico che li contraddistingue.

Michele Bianchi e io veniamo dalla campagna emiliana, dove tutto sembra lontano, ma la voglia di crescere e fare musica era tanta – dichiara il batterista Michele Morari. Alle prime jam a Milano, abbiamo conosciuto Alberto Gurrisi che suonava già con “quelli più tosti”. Con lui abbiamo creato un trio e abbiamo cominciato a suonare nei localini: tante ore passate insieme in macchina, birre, notti in bianco a parlare di jazz e bere caffè e sognare tanto.

I “Blue Moka” nascono così, nel 2009, da un’idea di un gruppo di amici affiatati e innamorati del jazz. L’inserimento di Emiliano Vernizzi al sax ha ampliato ulteriormente le possibilità sonore e incrementato la necessità di creare un repertorio originale.

Nel 2014 la band realizza un altro sogno: quello di suonare con Fabrizio Bosso. La prima serata con Fabrizio è stata incredibile – ricorda Morari – prima del bis ci siamo radunati per decidere il brano di chiusura e, in quel momento, Bosso ci ha comunicato la volontà di partecipare come ospite al nostro progetto.

Dopo due anni di concerti in numerosi club e festival italiani, dove Bosso partecipa come guest, la collaborazione artistica viene suggellata nel primo disco di studio della band. “Blue Moka” raccoglie le diverse anime della band ed è una miscela di modern jazz, R&B e funk, con un grande rispetto per la tradizione hammondistica degli anni ’60. Sullo sfondo, i numerosi artisti che hanno influenzato e formato i componenti del quartetto: Jimmy Smith, Art Blakey, Winton Marsalis, Brian Blade, Pat Metheny, fino a Robert Glasper, Roy Hargrove, Larry Goldings.

Tra i brani originali, Bacon VS Tofu (di Emiliano Vernizzi) è il primo brano suonato con Bosso, mentre I felt this for you (di Michele Bianchi) è stato il tassello risolutivo che ha evidenziato la capacità del gruppo di esplorare insieme nuove sonorità.