Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Cartelle pazze Imu a Potenza, agli sportelli file lunghissime di cittadini

Vigilante: "Ci aspettiamo che vengano individuate le responsabilità e risarciti i danni subiti dall’ente ed i suoi cittadini"

L’amara sorpresa ricevuta a ridosso delle festività natalizie da centinaia di famiglie potentine, con richieste di pagamento dell’IMU 2012, sta diventando una autentica emergenza cittadina e ancora non trova soluzione.

Nella sede di Sant’Antonio la Macchia continuiamo ad assistere a code lunghissime di cittadini in attesa di far valere le proprie ragioni.

Il Comune di Potenza, dopo aver dichiarato le “cartelle pazze” come ingiustificate e dovute a un errore di corrispondenza tra banche dati catastali, di fatto non ha preso alcun provvedimento, rovesciando tutto il peso del problema sui cittadini.

Né si è provveduto ad annullare le precedenti cartelle, ne sa dare altre comunicazioni formali ai cittadini, né si è provveduto a istituire la “task force” che avrebbe dovuto porre rimedio al problema, task force pure annunciata come al solito con grande disinvoltura.

Ci era stato riferito di una percentuale di errore intorno al 15% sui circa 7600 avvisi inoltrati, cosa su cui nutriamo forti dubbi, vista la frequenza con cui riceviamo lamentele e segnalazioni.

Come se non bastasse, il Comune non sta offrendo alcuna soluzione nemmeno su altri delicatissimi problemi, come quello dei cittadini che hanno già pagato cartelle errate non preoccupandosi di verificare la congruità della tassa; ci chiediamo: chi pagherà gli errori commessi con le relative spese di notifica? 

Ci aspettiamo che vengano individuate le responsabilità e risarciti i danni subiti dall’ente ed i suoi cittadini.

Ricordiamo al Sindaco che in campagna elettorale diceva che i soldi pubblici vanno centellinati come e più dei soldi propri; quello che invece si sta verificando è una condotta superficiale e frettolosa che sta danneggiando i cittadini comportando lo sperpero inutile di soldi pubblici. Cioè, come è costume del sindaco, il contrario di ciò che ha detto in campagna elettorale.

Antonio Vigilante, Lista Civica per la Città, Potenza