Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Aveva arsenale in casa, arrestato 36enne di Avigliano

Operazione dei carabinieri per la sicurezza del territorio

Un 36enne di Avigliano è stato arrestato il 15 marzo dai carabinieri di Avigliano per possesso di armi illecite. 

I carabinieri hanno condotto l’operazione nell’ambito di una più ampia attività denominata “periferie sicure”, disposta dal Comando Generale al fine di frenare il fenomeno criminoso in aree sensibili, come quelle dei comuni di Pietragalla ed Avigliano, ultimamente interessati da un aumento di reati per furto.

A seguito di perquisizione domiciliare in casa del 36enne, sono state trovate tre armi da fuoco e varie munizioni illecite: un fucile da caccia calibro 12, denunciato e smarrito dal legittimo proprietario nel 2010, una pistola tascabile a due canne, la famigerata “Derringer”, resa celebre nei film Western quale arma tipica dei giocatori d’azzardo e dei Bounty Killers per la sua occultabilità e rapidità di impiego, di provenienza ignota, una pistola semiautomatica di fabbricazione ungherese priva di matricola, modello “FEG P9” calibro 9 parabellum, da considerare ancora più micidiale in quanto arma da guerra e diffusa per lo più nei paesi del blocco sovietico all’epoca della Guerra Fredda, 121 cartucce da fucile e da pistola in vari calibri.

Al termine delle formalità, è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione. I carabinieri cercheranno di ricostruire la provenienza delle armi e l’eventuale impiego di essi.