Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Carabinieri Forestali nelle scuole lucane per parlare di educazione ambientale

Incontri didattici su tutela delle specie, delle aree protette e della biodiversità

Nelle prossime settimane i Carabinieri Forestali saranno impegnati in un progetto di educazione ambientale dedicato a “La tutela delle specie, delle aree protette e della biodiversità”, promosso dal Comando Regione Carabinieri Forestale “Basilicata”.

Il progetto si svolgerà nell’arco di 36 incontri che vedranno coinvolte, a partire dal prossimo 7 marzo, altrettante scuole pubbliche della Basilicata, di cui 12 in provincia di Matera e 11 nei centri abitati all’interno dei parchi nazionali del Pollino e dell’Appennino Lucano, Val d’Agri – Lagonegrese, con la partecipazione degli alunni della classi di V elementare e I media, per un totale di circa 2.500 ragazzi, ai quali sarà donato il Calendario CITES 2018.

Il personale del Nucleo Carabinieri CITES e del Reparto Carabinieri Biodiversità di Potenza, con il coordinamento del locale Gruppo Carabinieri Forestale, tratterà i temi della tutela delle specie animali e vegetali minacciate di estinzione e delle aree protette, nonchè della conservazione della biodiversità, beni di preminente interesse collettivo di cui è molto ricco il territorio lucano. Saranno inoltre illustrate le principali attività di contrasto agli illeciti forestali ed ambientali poste in essere dai Carabinieri forestali, con particolare riferimento al bracconaggio ed ai tagli furtivi di alberi.

L’iniziativa, che sarà replicata ogni anno, è finalizzata a sensibilizzare insegnanti e alunni sull’approfondimento dello studio degli ecosistemi naturali e degli eventuali danni ambientali commessi dall’uomo, al fine di rendere più consapevole la popolazione scolastica sulla conoscenza del proprio territorio, per rispettarlo e farlo rispettare, anche segnalando ogni aggressione al numero 1515 di prevenzione ed emergenza ambientale, per il pronto intervento dei Carabinieri Forestali.