Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Prostitute cinesi in appartamento di Matera. Carabinieri denunciano due persone foto

Le ragazze per sfuggire ai militari si erano rifugiate sul tetto

Al termine di un’attività info-investigativa i carabinieri di Matera hanno denunciato un uomo di 60 anni e una donna di 33, entrambi di nazionalità cinese ma residenti in provincia di Prato, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

I militari durante le indagini hanno notato un insolito via vai di persone presso un appartamento di una palazzina, nel centro di Matera.

Alla luce degli elementi raccolti i militari, hanno deciso di introdursi nell’abitazione verificando l’assenza di persone nonché la presenza di due letti, con alcuni mobili, numerosi preservativi (più di 600), diverse soluzioni liquide per l’igiene personale e contraccettivi vari.

I carabinieri si sono resi conto che la casa era stata abbandonata frettolosamente e infatti passando da una finestra lasciata aperta, attraverso un pianerottolo, sono giunti sul tetto dell’ immobile, dove hanno trovato due ragazze cinesi.

Le stesse fatte rientrare in casa sono state condotte in caserma dove hanno ammesso che si trovavano nell’abitazione per prostituirsi. Dai controlli effettuati le due giovani donne sono risultate prive di permesso di soggiorno.

Inoltre a seguito di perquisizione nell’appartamento è stata trovata una cospicua somma di denaro derivante dall’attività di prostituzione.

Dagli elementi raccolti, grazie anche al racconto delle due ragazze, i carabinieri sono riusciti a risalire all’uomo e alla donna che avevano affittato l’ abitazione in cui facevano prostituire le ragazze e dalle quali si facevano consegnare il 50% del ricavato.