Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Itrec di Rotondella, “interrompere le attività di taglio del monolite”

Le associazioni ambientaliste “Non è stata data alcuna reale e concreta informazione”

Le associazioni Cova Contro, Movimento “Policoro Futura” e Mediterraneo No triv hanno inviato una comunicazione, alla Sogin, ad Arpa Basilicata, ad Ispra, alla Regione Basilicata e alla Prefettura di Matera, per interrompere le attività di taglio del monolite, nell’Itrec di Rotondella, a causa del non funzionamento delle centraline di monitoraggio Arpab.

Il pericolo – dichiarano le associazioni – è l’eventuale emissione nell’atmosfera di radionuclidi, non monitorate, con conseguente danno per i lavoratori. Inoltre, le operazioni di taglio non possono essere eseguite in quanto il sottosuolo dell’area non è stato bonificato dopo le accertate dispersioni di sostanze chimiche (trielina e cromo esavalente)”.

“Ad oggi – continuano – non sono state ancora pubblicate le analisi radiochimiche sul percolamento di liquido radioattivo dal monolite dell’agosto 2014 ed ignota rimane la conformazione delle falde sotto tutto il sito Itrec”.

“Il Piano di Emergenza Esterno – aggiungono – manca di aggiornamento e di concrete esercitazioni da parte dei cittadini”.

“Non è stata data alcuna reale e concreta informazione – concludono – dell’avvio delle attività del taglio di monolite ai cittadini e alle associazioni ambientaliste. Questo è in contrasto con la Convenzione Aahrus”.