Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Anche il Comune di Oppido Lucano ordina la sospensione dei lavori a Terna Spa

Lo stesso provvedimento è stato adottato ieri sera dal Comune di Tolve. Ritardo ingiustificato. Ma va bene lo stesso, o anche no

Anche il Comune di Oppido, con ordinanza pubblicata stamane sull’albo pretorio, dispone la sospensione dei lavori dell’elettrodotto Trasversale Lucana di Terna Spa. “Nonostante – è scritto nell’ordinanza – la scadenza del termine di validità del Giudizio Favorevole di Compatibilità Ambientale della validità della pubblica utilità, del vincolo preordinato all’esproprio e del termine di ultimazione dei lavori dell’autorizzazione rilasciata con D.G.R. 278/2013 e D.G.R. 279/2013 e s.m.i. avente scadenza al 12/03/2018, si evince che i lavori sono in corso di realizzazione”. (…) Ordina la sospensione dei lavori, con riserva dei provvedimenti definitivi necessari.”

Ricordiamo che Terna aveva già sospeso i lavori nel tardo pomeriggio di ieri. Ordinanza Oppido

E ricordiamo che L’ordinanza ha il valore della porta di ferro dopo il furto. Terna ha già fatto molti danni e nessuno mai l’ha fermata. Adesso ci aspettiamo sia dal sindaco di Oppido Lucano sia dal sindaco di Tolve, provvedimenti definitivi necessari per il ripristino dello stato dei luoghi.

Soltanto allora saremo certi che queste ordinanze siano un atto di vera buona fede.

Il dubbio va sciolto. Le due ordinanze sono firmate dai responsabili dell’area tecnica. Non sappiamo che cosa pensino i due sindaci, Nessuno dei due ha rilasciato dichiarazioni ufficiali. La questione non è esclusivamente tecnica, ma anche e soprattutto politica. Aspettiamo che Pasquale Pepe, sindaco di Tolve e Antonia Maria Fidanza sindaco di Oppido Lucano ci dicano per quale ragione non sono intervenuti quando bisognava evitare il peggio e perché non si esprimono su tutta la vicenda.