Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Cadavere nel bosco a Lauria, disposto l’esame del dna

Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, era avvolto in un cellophane

Sarà l’esame del Dna a far luce sul ritrovamento di un cadavere, nella giornata di domenica, nel bosco Canicella di Lauria.

Il corpo, avvolto in un cellophane e in avanzato stato di decomposizione, è stato notato da un uomo che stava passeggiando nel bosco. Sul posto sono arrivati i carabinieri, un magistrato della Procura di Lagonegro e un medico legale che hanno avviato gli accertamenti per risalire all’identità del cadavere.

Al momento, da prime indiscrezioni, si sa che dovrebbe trattarsi di un uomo che indossava jeans e un giubbotto.

L’attenzione degli inquirenti è focalizzata sugli scomparsi delle zona, l’ultimo in ordine di tempo è Mariano Di Lascio, 42enne di Lauria, di cui dal novembre 2017 si sono perse le tracce.