Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Pertusillo: cianotossine e contaminanti industriali nei pesci del lago della Val d’Agri foto

L'esito dello studio eseguito negli anni 2016-2017 su mandato del senatore Pepe (17esima Legislatura) Commissione ecomafie

Pubblichiamo di seguito lo studio eseguito sui pesci prelevati nel Lago del Pertusillo dal tenente Giuseppe Di Bello (Ass. Liberiamo La Basilicata) nel corso degli anni 2016 –  2017 su delega e mandato degli Uffici del Senatore Pepe Bartolomeo, Commissione Ecomafie della diciassettesima legislatura.

Le analisi sono state realizzate presso i laboratori di Foggia (Ist. Zooprofilattico) e di Valenzano (Bari) Laboratorio Analisi chimiche Università di Bari facoltà di Veterinaria.

La presente relazione è stata realizzata dalla dirigente dell’Istituto Superiore della Sanità, Milena Bruno. Sulla fauna ittica gli IPA sono stati ricercati solo nel 2016, non si è proceduto ad analizzare la presenza negli organismi di idrocarburi ed IPA nel 2017. (idrocarburi policiclici aromatici). Tuttavia poiché lo studio ha analizzato tanto i metalli quanto le microcistine è da ritenersi di estrema importanza per lo stato complessivo di salute del lago.   

1) L’associazione di microcistine con oligoelementi e PCB nel tessuto dei pesci può rappresentare una nuova minaccia per la salute della comunità ittica nel lago;

2)  Le Microcistine  hanno dimostrato di essere un componente ricorrente tra i principali contaminanti del lago Pertusillo; sono stati rilevati nel tessuto di pesce durante la durata totale dello studio

3) È necessario un monitoraggio più esteso dei pesci per definire la presenza di questi diversi contaminanti nella fauna ittica, il loro ruolo nelle ricorrenti morti di pesci nel lago e il rischio di esposizione delle persone della regione lacustre che consumano acqua e pesci lacustri contaminati. Poiché il Lago Pertusillo fa parte di una zona SIC, il contenuto di PCB nel pesce di lago potrebbe mettere in pericolo anche gli uccelli che mangiano pesce, attraverso la biomagnificazione.

4) I risultati dell’analisi del metallo insieme alle concentrazioni di bifenili policlorurati. I metalli sono stati rilevati in tutti i campioni analizzati 

L’esito si conclude in questo modo:  La scoperta di miscele di composti in grado di bioaccumulare e interagire reciprocamente negli organismi ha indirizzato la ricerca verso il difficile obiettivo di sviluppare nuovi criteri per una valutazione del rischio il più possibile vicino alla realtà. I concetti di miscela vengono sempre più applicati nella valutazione del rischio di miscele chimiche. Attendiamo nuovi strumenti per valutare l’impatto di questi inquinanti sulla vita acquatica e sulla salute umana, la politica di gestione rimane l’esplorazione e l’implementazione di una bonifica economica e appropriata, insieme alla ricerca di prodotti e processi più benigni per l’ambiente, che dovrebbero mirare a ridurre al minimo l’introduzione di inquinanti critici nell’ambiente acquatico.

Il livello trofico del lago Pertusillo è mesotropico-eutrofico, e diversi episodi di proliferazioni algali si sono verificati nel lago negli ultimi sette anni. Sebbene le concentrazioni di metalli e PCB rilevati nei campioni di pesci analizzati non siano elevate, la presenza di questi diversi composti in associazione con le microcistine suggerisce la possibilità di future fioriture tossiche cianobatteriche in questo ambiente, sottolineando la necessità che programmi di restauro per migliorare il trofico condizioni del bacino. Inoltre, data la presenza delle attività industriali di perforazione petrolifera nell’area, sono necessari ulteriori studi per investigare la potenziale contaminazione di altri di altri composti (come l’IPA) nella fauna ittica del Pertusillo.

Sommario

L’inquinamento ambientale dei sistemi di acqua dolce con composti chimici industriali e naturali è una cosa  diffusa in tutto il mondo. Sebbene la maggior parte di questi composti sia presente a basse concentrazioni, molti di essi sollevano notevoli preoccupazioni tossicologiche, in particolare quando sono in grado di produrre effetti sinergici sugli organismi. Un’indagine preliminare su un serbatoio d’acqua del Sito di Importanza Comunitaria (SIC) (Lago di Pertusillo, Italia meridionale) creato a scopo potabile e situato in un territorio utilizzato per attività di perforazione, è stato effettuata tra giugno 2010 ad aprile 2017. Un totale di 79 campioni corrispondenti a nove specie di pesci raccolti sono stati analizzati per la presenza di microcistina (MC). Diciassette campioni sono stati analizzati anche per le cylindrospermopsine (CYL), dieci campioni sono stati analizzati per sei oligoelementi e sei policlorobifenili (PCB). I risultati hanno mostrato la presenza di importanti cianotossine (microcistine, cylindrospermopsine) e contaminanti industriali nei pesci. Sono necessari studi più estesi per valutare gli effetti di questi contaminanti nell’ecosistema del lago e nella fauna ittica, al fine di stabilire una valutazione del rischio disponibile per la popolazione umana nella regione dei laghi.(Continua nella pagina seguente)