Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Storie di bambini giganti, alunni di terza elementare diventano scrittori

L'iniziativa nell'Istituto comprensivo Semeria di matera

Più informazioni su

Si sente dire che bisogna ascoltare i bambini … e la maestra Isa, (Isabella Narciso), ha colto nel segno e ne ha fatto nascere un colorato progetto editoriale, curato con maestria dal grafico pubblicitario Linda Chietera e messo su carta dalla Tipografia Favia. E così gli alunni delle classi terze A e B della Scuola primaria dell’Istituto comprensivo Semeria di Matera diventano scrittori. 

Un’esperienza nata per gioco – si legge in una nota- e rispondente alla spinta dell’entusiasmo dei bambini che sanno sempre donare e restituire, durante il loro percorso dell’imparare e dell’apprendere. Il dibattito ed il confronto costruttivo, che hanno fatto seguito ad ogni lezione, hanno portato ad apprezzare il gusto della lettura ed il piacere dello scrivere, partendo dai classici della narrativa per poi navigare sull’onda delle tradizioni, dei miti e delle leggende.

Un esperimento nato in itinere, seguendo le orme di un’attività curricolare quotidiana caratterizzata sempre da creatività, stimolo alla curiosità, come risposta alle richieste di attesa, sorpresa e cambiamento di questi alunni.

Ma i bambini sono bambini o sono giganti?” … in effetti sono potenziali “giganti” sanno essere bambini, data la loro età, ma sanno essere grandi perché capaci di sognare. Così la maestra Isa esordisce, dinanzi ai tanti presenti incuriositi ed emozionati, per i propri figli e nipotini.

Maneggiare con cura, contiene emozioni!”, questo il monito al lettore che si appresta ad assaporare i gioiosi racconti, da leggersi nell’ottica di chi vuol tornare bambino ed è desideroso di farsi piacevolmente catturare dall’immaginazione di ogni autore.

I racconti “parlano” di ogni bambino e la maestra, che ben li conosce, li accarezza, con la sua mitica penna rossa, tracciandone un profilo personalizzato, col desiderio di accompagnare il lettore ad immaginarne l’autore.

La raccolta include tre settori, tanti quanti i compiti svolti in classe, riconoscibili dai tratteggi colorati e da un’oculata legenda grafica che ne facilita la scelta, permettendo di saltare fra personaggi conosciuti e mitici avventurieri che abilmente divengono nuovi protagonisti tutti da scoprire.

Il volume, colmo degli incantevoli e curatissimi disegni dei bambini e dalla vivacità cromatica, si conclude con la riproduzione fedele dei manoscritti, in cui ad ogni alunno, è stato assegnato un personaggio. Da qui la richiesta di concentrarsi, organizzare le idee, continuare la rappresentazione grafica con matita e colori, per poi librarsi nel proprio racconto.

I piccoli autori, divenuti piccoli giganti, hanno potuto così assaporare autostima e fiducia ma anche soddisfazione, gratificazione e spinta a “far” di più.

Il dirigente scolastico, Gerardo Desiante orgoglioso dell’iniziativa ha voluto sottolineare “la bellezza di questo lavoro unico nel suo genere e corale, perché ha visto protagonisti una “creativa” maestra, capace di tirar fuori, senza forzature, il meglio da ognuno dei suoi alunni, capaci di raccontare esempi di amicizia, solidarietà, altruismo e rispetto”.

Due copie del libro sono state donate alla Biblioteca Provinciale “T. Stigliani” di Matera. 

Più informazioni su