Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Cambiano le esigenze di bellezza: i nuovi rimedi in campo estetico

Nuovi strumenti che irrompono sul mercato appositamente per andare ad appagare questa sete di novità

Con il variare delle esigenze in ambito estetico si registra la nascita di nuovi strumenti che irrompono sul mercato appositamente per andare ad appagare questa sete di novità. E su questa tendenza soffiano forti anche le necessità legate a doppio filo con le dinamiche sociale del tempo che stiamo vivendo.


Un esempio su tutti che renda più chiaro il concetto: oggi i tempi sono molto più contingentati e i ritmi frenetici, quasi ossessivi. Si vive così, ed è un qualcosa che va a riguardare tanto l’universo maschile quanto quello femminile, da decenni sempre più emancipato a livello lavorativo. Risultato di questo, non si ha più a disposizione troppo tempo da dedicare più volte al giorno alla preparazione del proprio make up. Ecco allora che una soluzione pratica si rende più che necessaria.
Cosa direbbero le donne se venisse loro proposto un prodotto innovativo in grado di andare a ridurre i tempi necessari per prepararsi ed apparire al meglio andando, al contempo, a coprire in modo definitivo e naturale i difetti del visto?

Un qualcosa di simile è stato inventato e risponde al nome di trucco permanente, dermopigmentazione come si chiama in termini tecnici. Un trattamento che, come si può leggere su Truccopermanente.it, rappresenta un nuovo ritrovato nel campo dell’estetica verso il quale sempre più donne guardano.

Con la dermopigmentazione si vanno a inserire direttamente sotto la pelle, con riferimento solo ai primi strati dell’epidermide e senza quindi entrare troppo in profondità, pigmenti di un colore che risulta essere assolutamente ipoallergenico e non pericoloso per la salute. Un inchiostro per certi versi simile a quello che utilizzano i tatuatori con la differenze che nel caso del trucco permanente, i risultati sono circoscritti nel tempo: mediamente dopo 9/12 mesi tendono a scomparire a meno che non si decida di sottoporsi a richiami periodici, cosa consigliata per chi vuole mantenere un effetto duraturo.

Ciò che deriva da tale impostazione è una piccola rivoluzione sia a livello estetico, perché si vanno a coprire in modo netto e duraturo eventuali imperfezioni del viso; che a livello ‘sociale’ dato che, come dicevamo prima, si guadagna molto tempo nell’arco della giornata, quello che mediamente dovrebbe essere impiegato per preparare il make up ed applicarlo sul viso. Un trattamento stravolgente sotto tutti i punti di vista che rappresenta la prova provata di come i canoni di bellezza viaggino oggi a braccetto con dinamiche sociali.