Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Avigliano, Comune risponde alla Uil su selezione: “Pronti a spiegare ma no a strumentalizzazioni”

La nota degli assessori Summa e Lucia

Più informazioni su

In relazione al comunicato stampa a firma Uil Fpl, diffuso ieri sugli organi di stampa e relativo all’assunzione a tempo determinato e parziale di un istruttore tecnico-geometra, senza alcuna volontà di alimentare polemiche sterili e provando a superare gli annunci di gusto stantio e decisamente inopportuni, l’Amministrazione comunale ritiene doveroso effettuare alcune precisazioni. Partendo innanzi tutto dal metodo, e senza sottrarsi ad affrontare anche il contenuto delle osservazioni fatte, si resta sorpresi per il modello di relazioni sindacali inaugurate dalla Uil Fpl e da chi la rappresenta.

Nella nostra pure non breve esperienza di assessori di questo comune, mai ci era capitato di dover ricevere a mezzo stampa una richiesta, dai toni decisamente scomposti, da parte di un’organizzazione sindacale che si è sempre distinta per senso di responsabilità nella costruzione di corrette relazioni sindacali e nella tutela dei diritti dei lavoratori. Evidentemente i tempi sono cambiati se anche nelle relazioni sindacali si preferisce mutuare metodi ed esperienze più affini a quelli della politica più deteriore. Ma la cosa che dispiace più di ogni altra e lascia l’amaro in bocca è il contenuto della nota diffusa che impone una corretta ricostruzione delle procedure previste dalla legge.

Nella deliberazione della Giunta comunale n. 98 dell’11 settembre 2018, il Comune ha stabilito di procedere all’assunzione di un geometra, secondo la procedura prevista dall’art. 36 del decreto legislativo n. 165 del 2001. L’art. 36, comma 2, del decreto legislativo 165/2001 dispone che “per prevenire fenomeni di precariato”, le amministrazioni pubbliche sottoscrivono contratti a tempo determinato con i vincitori e gli idonei delle proprie graduatorie vigenti per concorsi pubblici a tempo determinato e, in caso di assenza di proprie graduatorie, è consentita la stipula di convenzioni per l’utilizzo di graduatorie vigenti di altre pubbliche amministrazioni. Il Comune di Avigliano non dispone di graduatorie vigenti per il profilo di geometra e, pertanto, ha chiesto ad altre pubbliche amministrazioni di conoscere se vi siano presso queste graduatorie vigenti per l’assunzione nel profilo di geometra.

La normativa sopra citata nulla dispone in merito elle modalità di individuazione della graduatoria da prescegliere, in caso di più graduatorie vigenti per il medesimo profilo. Pertanto, il Comune di Avigliano ha ritenuto, prima di avviare la procedura di stabilire i criteri di individuazione della graduatoria, come indicato nella deliberazione n. 98 del 2018 (“il candidato da assumere sarà individuato tra quelli collocati al primo posto degli idonei nelle cinque graduatorie più recenti del medesimo profilo – se presenti in tale numero”), nel rispetto dei principi di imparzialità, trasparenza, economicità e celerità, richiamato dal medesimo decreto legislativo 165/2001 per le procedure di reclutamento nelle pubbliche amministrazioni.

Riguardo alla fantomatica “selezione” di cui è parola nella nota della Uil Fpl, nulla di tutto ciò: la deliberazione n. 98 del Comune di Avigliano utilizza questo termine solo nella circostanza in cui fa riferimento a un “colloquio di tipo motivazionale e finalizzato alla verifica della rispondenza della idoneità, già acquisita negli enti titolari della graduatoria, rispetto alle esigenze” del Comune, dando quindi atto della idoneità già acquisita negli enti titolari della graduatoria e prevedendo il colloquio, fra i primi delle diverse graduatorie trasmesse dagli enti stessi, essendo facilmente prevedibile l’esistenza di diversi soggetti idonei, come di fatto è accaduto.

Una lettura attenta degli atti della procedura e una conoscenza meno superficiale della normativa di riferimento avrebbe aiutato in tal senso. La procedura messa in campo in questa circostanza è, tra l’altro, la stessa utilizzata da questa amministrazione negli anni passati per la scelta del medesimo profilo senza che ciò abbia determinato la minima osservazione da parte delle organizzazioni sindacali.
Un’ultima precisazione va riservata all’ “opportunità di espletare un avviso pubblico”, come si legge nella nota. Nel fare questa osservazione si omette di considerare che l’Amministrazione ha avviato le procedure di reclutamento di personale tecnico a tempo indeterminato come indicato nel piano triennale dei fabbisogni del personale 2018-2020 regolarmente trasmesso a tutte le organizzazioni sindacali e che la procedura di cui si discute è fatta nelle more di espletamento del concorso i cui tempi non sono certo brevi.
In conclusione, senza voler demonizzare la presa di posizione della Uil Fpl che non si condivide, si ribadisce il più totale impegno a rendere tutte le spiegazioni richieste e a cogliere le ragioni che l’hanno fatta sorgere, in un quadro complessivo di relazioni corrette e rispettose delle prerogative di ognuno. Nello stesso tempo, però, si respinge in maniera ferma ogni tentativo di condizionare l’operato dell’Amministrazione su un tema così delicato e sensibile come sono le procedure concorsuali.

Angelo Summa Assessore Lavori Pubblici Avigliano
Vito Lucia assessore al Personale Avigliano

Più informazioni su