Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Sequestro di droga, arresti e evasione fiscale. Guardia di Finanza fa il bilancio dei controlli estivi

Gli interventi eseguiti a Potenza e sulla costa tirrenica sono stati 693

Sì è concluso il piano straordinario dei controlli estivi avviato dalla Guardia di Finanza di Potenza a metà giugno al fine di contrastare tutti gli illeciti economico-finanziari che, oltre a danneggiare le casse dello Stato e gli imprenditori onesti, mettono a repentaglio la salute e la sicurezza dei cittadini.

Abusivismo commerciale, evasione fiscale delle case vacanze, contraffazione, traffici di droga e di valuta sono solo alcuni dei fenomeni riscontrati dalle Fiamme Gialle nel capoluogo e nelle località di villeggiatura della costa tirrenica.

Seicentonovantatre gli interventi complessivamente eseguiti dai finanzieri del Comando provinciale di Potenza. Sono stati incrementati i controlli sulla regolare emissione di ricevute e scontrini fiscali, soprattutto in occasione delle giornate di maggiore presenza turistica. Infatti 132 sono stati i casi di mancata emissione del documento fiscale (circa il 24% del totale dei controlli eseguiti).

Anche quest’estate sotto la lente d’ingrandimento delle Fiamme Gialle sono finiti i proprietari di seconde e terze case per gli affitti nelle località di vacanza, i bed and breakfst e le case vacanza. In questo settore sono stati avviati 5 controlli, di cui parte ancora in corso d’approfondimento. Fra le violazioni accertate quella di un B & B di Maratea che usufruendo di un regime fiscale particolarmente favorevole, era in grado di offrire servizi turistici di elevato livello, tipici di un lussuoso albergo.

E’ stato rinforzato il dispositivo finalizzato al contrasto dei traffici illeciti in genere, del lavoro nero e del “caporalato”. A tal fine, il Comando Provinciale di Potenza ha impiegato oltre 300 pattuglie che hanno monitorato il territorio della provincia.

Complessivamente, sono stati sequestrati 625 grammi di sostanze stupefacenti con conseguente segnalazione di 73 persone alle Autorità prefettizie per possesso e altre 18 denunciate per spaccio, di cui otto tratte in arresto.

Sequestrati oltre 9mila articoli contraffatti o non sicuri tolti dal mercato, denunciati 10 responsabili. Le investigazioni delle Fiamme Gialle partono dalle spiagge e dalle attività commerciali gestite da cinesi dove i prodotti contraffatti vengono sequestrati e ripercorrono a ritroso la filiera fino ad arrivare ai produttori e/o importatori e ai centri di smistamento e distribuzione della merce illecita.