Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Siti contaminati, all’Arpab un corso con i tecnici dell’Arpa Veneto

Tema delle lezioni: “Validazione delle indagini di caratterizzazione e dell’analisi di rischio"

Da martedì 6 a giovedì 8 novembre i tecnici dell’Arpab saranno impegnati nel corso sulla “Validazione delle indagini di caratterizzazione e dell’analisi di rischio per i siti contaminati” previsto nella programmazione 2018. Le lezioni saranno tenute da personale esperto dell’Ufficio Bonifiche e Sin dell’Arpa Veneto- Dipartimento di Venezia. Lo annuncia l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente Basilicata in una nota. 

La prima giornata sarà -spiega Arpab-dedicata alla validazione delle misure in contradditorio e interesserà tutti gli esperti che svolgono attività di valutazione/validazione del dato e confronto con il valore limite. Il personale dell’Arpa Veneto spiegherà le procedure da loro adottate per il prelievo del campione, la rappresentatività del campione stesso attraverso esempi pratici e il confronto su aspetti critici.

Nella seconda giornata saranno analizzati il contesto normativo e le procedure Risk-Based Corrective Action ( procedure basate sulla correzione del rischio) oltre a rappresentare il Modello Concettuale del Sito e delle sorgenti di contaminazione. Nel pomeriggio si svolgerà l’esercitazione per definire il Modello Concettuale del Sito, individuando le sorgenti in un caso semplice e calcolando il rischio e le Concentrazioni di Soglia di Rischio.

Il modulo formativo si concluderà giovedì 8 affrontando il calcolo di rischio e gli obiettivi di bonifica, i monitoraggi per la verifica dell’analisi di rischio, l’analisi di rischio ecologico e, tra gli altri, verranno illustrati i software per l’analisi di rischio e la definizione del Modello Concettuale del Sito individuando le sorgenti in un caso complesso”.