Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Addetti all’igiene ambientale di Pignola e Maratea senza stipendio

Sannazzaro (Filcams Cgil): "Oltre al danno la beffa: è Natale e non possono scioperare"

Sarà un Natale difficile per gli addetti all’igiene ambientale dei comuni di Pignola e Maratea. Entrambi, infatti, non riceveranno l’ultima mensilità e la tredicesima e ciò nonostante continueranno a fornire un servizio di pubblica utilità per l’igiene urbana, specialmente in un periodo particolare come quello delle festività natalizie.

Si tratta di una trentina di lavoratori in tutto tra i due comuni, dipendenti dell’Ati Pellicano Verde /Serveco a Pignola e dell’Ecologia Servizi Italia Srl a Maratea.

Il mancato pagamento dello stipendio e della tredicesima mensilità è solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. I lavoratori vengono pagati puntualmente con ritardo tanto che a Maratea l’amministrazione comunale ha dovuto anticipare quattro mensilità non versate dall’azienda pur di far proseguire il servizio che nelle festività natalizie, per legge, non può essere interrotto mettendo di fatto i lavoratori nelle condizioni di non poter usufruire del diritto di sciopero.

Una situazione paradossale per i lavoratori molti dei quali non potranno affrontare le spese ordinarie di fine anno.
La Filcams Cgil di Potenza, nel denunciare la grave situazione degli addetti all’igiene ambientale dei comuni di Pignola e Maratea, ha chiesto l’intervento del Prefetto di Potenza affinché si giunga il prima possibile a una soluzione.

Michele Sannazzaro Segretario generale Filcams Cgil Potenza