Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Ennesima presa in giro dell’Amministrazione Agresti: la chiesa a Rotondella due

Il Gruppo di oppisizione: "Il sindaco chieda scusa"

Più informazioni su

Alla luce di quanto riportato sulla vicenda della chiesa di Rotondella Due, come gruppo di opposizione vogliamo esprimere, da un lato la soddisfazione per un provvedimento che si aspettava da tempo, ma allo stesso tempo sottolineare, con forza, come tale procedimento poteva essere fatto ben 4 anni fa! Inoltre solo grazie alla minoranza, in uno spirito costruttivo che l’ha da sempre contraddistinta e con senso di responsabilità verso la comunità tutta, ciò è stato possibile.

Infatti, il Gruppo di Opposizione non si è allontanato dall’aula e non ha chiesto la verifica del numero legale (al momento del voto mancavano 4 consiglieri di maggioranza) così da consentire che il consiglio si svolgesse regolarmente. Come al solito, l’Amministrazione Agresti non perde occasioni per prendere in giro i cittadini e raccontare solo quello che vogliono e non la completa realtà dei fatti!

Bisognerebbe infatti chiedere scusa e ammettere il forte ritardo sulla vicenda della chiesa a Rotondella Due, con relativi disagi per tutti i residenti della zona rurale!


Come gruppo di Opposizione ci teniamo a precisare come:

L’amministrazione Francomano, con delibera di giunta n.20 del 7 maggio 2014, ha preso atto del progetto della Chiesa, dichiarando la pubblica utilità dell’intervento ed ha approvato la convenzione fra Comune e Curia. Merito di altri, che il Sindaco dimentica di raccontare e riportare nelle sue comunicazioni;

Il 26 Maggio è diventato sindaco Vito Agresti e la questione è stata insabbiata, infatti lo stesso Sindaco, più volte e in più occasioni, ha criticato quella delibera e quella convenzione la quale prevedeva fra gli obblighi del comune quelli di acquisire i pareri e le autorizzazioni necessarie, compresa la acquisizione delle aree;

Solo a Novembre 2017, dopo più di tre anni, il Comune ha chiesto il parere alla soprintendenza dei beni ambientali e l’autorizzazione è arrivata a Maggio 2018. Perchè il Sindaco non racconta i motivi del ritardo!?

Per l’acquisizione delle aree, invece, nulla è stato fatto da giugno 2014 fino ad oggi! Anzi il Sindaco per sua stessa pubblica ammissione, nella riunione dei capigruppo, pensava sbagliando che con la delibera di consiglio n.31 del 29 dicembre 2017, con la quale è stato reiterato il vincolo preordinato all’esproprio per la piazza di Rotondella due, fosse stato reiterato il vincolo anche per la Chiesa. Eppure era stato avvisato dal gruppo di Opposizione che andava fatta la stessa cosa per la chiesa. Il sindaco dovrebbe spiegare ai cittadini i suoi sbagli e chiedere scusa!

Solo a Novembre 2018, il Sindaco si è accorto che non c’erano nè espropri nè cessioni bonarie. Ed è così che siamo arrivati alla delibera del 30 Novembre scorso, propedeutica e necessaria alla Curia per richiedere un finanziamento (che scade il 30 novembre!) e che tutti noi ci auguriamo che vada in porto! 

Riteniamo che si poteva procedere alle richieste di pareri ed acquisizione delle aree già a partire da Giugno 2014 senza arrivare a pochi mesi dalla fine del mandato amministrativo. I ritardi per un’opera così importante ben rappresentano l’immobilismo della maggioranza: la vera ed unica bandiera che possono senz’altro ben sventolare.

Gruppo di Oppisizione Consiglio comunale di Rotondella

Più informazioni su