Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Stati generali dell’Agricoltura: “La campagna elettorale di Braia ci costerà 127mila euro per due giorni”

Rosa (FdI): "Un’ottima vetrina, priva di contenuti reali, pagata con i soldi pubblici"

La campagna elettorale dell’Assessore Braia, per il momento, ci costerà la ‘modica’ cifra di 127.000 euro per due giorni. Questo è l’importo che il gruppo che si occupa di comunicazione istituzionale presso la Direzione Generale del Dipartimento Politiche Agricole e Forestali, di concerto con la risorsa esterna che si occupa di comunicazione del PSR, ha stimato per la realizzazione degli ‘Stati generali dell’Agricoltura’ in programma i prossimi 6 e 7 dicembre a Matera (determina dirigenziale 14AI.2018/D.00742 del 1/10/2018).

Che si tratti di una operazione di campagna elettorale deve averlo capito anche la Coldiretti che fa sapere che non parteciperà alla manifestazione e che da mesi chiede un tavolo di concertazione per risolvere i gravi problemi che affliggono gli imprenditori del settore, primo fra tutti il ritardo nelle erogazione dei fondi europei. Il Tavolo, ovviamente, non è mai stato convocato.

Del resto c’è poco di che gioire nel comparto ‘Agricoltura’ in Basilicata; un comparto abbandonato a se stesso da una politica fatta di tante promesse e poche soluzioni. Ritardi su ritardi che bloccano un settore che dovrebbe essere traino per l’economia regionale. Il limbo in cui si trova l’agricoltura lucana è dovuto anche al fatto che numerosi bandi sono bloccati, evidentemente in vista delle prossime elezioni, la cui posticipazione a maggio creerà numerosi danni alla programmazione.

In pieno stile Pd, Braia fa pagare la sua campagna elettorale ai cittadini. Un’ottima vetrina, priva di contenuti reali, pagata con i soldi pubblici. Tanti: più di 60.000 euro al giorno. E siamo solo all’inizio: mancano ancora 6 mesi alle elezioni e non osiamo immaginare quanto ancora ci costeranno le campagne elettorali dei vari esponenti del Pd.

Gianni Rosa, Fratelli d’Italia