Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Mattia (M5S): “Il 24 marzo sarà il giorno della svolta”

Il candidato presidente: "Giunta Pittella-Franconi ha fissato la data delle elezioni grazie al nostro ricorso al Tar"

Dopo mesi di battaglie politiche e legali, portate avanti dal M5S e da tutti noi, la Giunta Pittella-Franconi ha fissato la data delle elezioni il 24 marzo, due mesi prima del 26 maggio. Grazie al nostro ricorso al Tar, hanno vinto i cittadini e la democrazia, è tornata la legalità ed è stato bloccato il colpo di mano di Pittella-Franconi e dei loro amici. Per l’ennesima volta è stata sconfitta l’arroganza e la protervia del potere.

Ora, tutti insieme, lavoriamo ed impegniamoci per raggiungere il risultato finale e mandare a casa la vecchia politica. Ci aspettano due mesi entusiasmanti ma anche impegnativi, non lasciamo niente di intentato e andiamo casa per casa a spiegare il programma della svolta del M5S e dei cittadini che lo hanno scritto.

Non dimentichiamo che i vecchi partiti di centrosinistra e centrodestra, i privilegiati e chi ha gestito il potere in questi decenni, cercheranno in tutti i modi di bloccarci e di metterci in difficoltà. Dobbiamo sapere che la posta in gioco è altissima e che non molleranno facilmente. Loro, che si spostano da destra a sinistra e da sinistra a destra, sono la stessa cosa. Inoltre, hanno una ragnatela di clientele e di interessi economici da difendere costruiti negli anni con i soldi pubblici e sulla pelle dei cittadini.

Loro, per svolgere la campagna elettorale, hanno mezzi economici, rapporti e strumenti di ogni tipo. Noi siamo cittadini e ci basiamo sul volontariato e su pochi fondi e donazioni libere dei cittadini.

Sappiamo che la Basilicata e i lucani, che vogliono bene al proprio futuro, sono la stragrande maggioranza e sono pronti a schierarsi per la legalità, per il bene comune, per la trasparenza, per la meritocrazia, per uno sviluppo sostenibile, ma sappiamo anche che la pressione delle lobby politiche ed affaristiche sarà trasversale, fortissima e senza esclusioni di colpi.

Per questo dobbiamo unire le migliori energie, competenze e intelligenze della regione e raggiungere il risultato che tutti ci prefiggiamo. Se lo faremo, il 24 marzo apriremo una nuova pagina della storia lucana.