Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Giornata del Ricordo, a Lavello un confronto a più voci

Il 7 febbraio all'istituto "Solimene"

Giovedì 7 febbraio, organizzato dall’amministrazione comunale di Lavello, dalla Cgil Basilicata e dall’Anpi provinciale e locale, si terrà un confronto a più voci sulla “Giornata del Ricordo” istituita con legge del 2004.

L’intento -fanno sapere i promotori in una nota- è quello di analizzare e riflettere sull’intera vicenda vissuta dalle popolazioni del cosiddetto “Confine orientale” dalla 1^ alla II^ guerra mondiale e dopo. Discussione assai delicata e complessa che riguarda i temi del “fascismo, dell’antifascismo, della resistenza, delle foibe e dell’esodo” che ha coinvolto un vasto territorio, con proprie caratteristiche e peculiarità.

L’istituzione di questa giornata, in diverse realtà, dalla destra fascista viene solitamente strumentalizzata a fini di parte, cercando la rilegittimazione e l’autoassoluzione per i crimini commessi nel periodo considerato.

Una discussione scevra da questi limiti, su quanto realmente e storicamente avvenuto, sulle cause e nel contesto in cui la vicenda si è consumata, va sviluppata e continuata con le dovute ricerche, senza sconti per nessuno, a distanza di decenni, anche se sono ancora presenti e vivi i tanti che ne ha patito le conseguenze, anche indirettamente.

La discussione si svolgerà all’Istituto “G. Solimene” in via Aldo Moro alle 17 e vedrà la partecipazione, oltre che dei rappresentanti delle parti organizzatrici (Comune, CGIL e ANPI), anche del dirigente scolastico Anna Dell’Aquila che porterà il suo saluto, dello storico Davide Conti e della già parlamentare Serena Pellegrino. Interverranno inoltre il sindaco Sabino Altobello, il segretario della Cgl Basilicata, Angelo Summa, Danilo Di Chio e Alessandro Fundone per l’Anpi locale e provinciale.