Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Pisticci, “Le tasse ancora una volta aumentano”

Lista dei Cittadini, Italia in Comune e Sinistra Italiana criticano aumento addizionale Irpef

Più informazioni su

Ci chiediamo ancora una volta: per quale motivo l’Amministrazione Comunale continua a mentire ai cittadini? Abbiamo ascoltato la consueta diretta streaming del Sindaco in cui annuncia mirabolanti interventi elencando una lunga serie di progetti che definiscono il Documento Unico di Programmazione 2019-2021.

Vogliamo dar credito all’esecutivo e non ci fasciamo la testa su questo argomento sperando che il tempo smentisca i nostri presentimenti. Ma la cosa che davvero non riusciamo a mandare giù è l’ennesimo aumento delle tasse che i pentastellati pisticcesi si apprestano a far gravare sulle famiglie.

Candidamente il primo cittadino confessa un aumento dell’addizionale Irpef da 0,5% a 0,8% ma ne nasconde le conseguenze per le famiglie dichiarando che si tratta del costo di poco meno di un pacchetto di sigarette. Poi, senza alcun pudore e così come fece l’Assessore Ambrosini l’anno scorso, dichiara che la tassa sui rifiuti solidi urbani non subirà aumenti. Falso!

Abbiamo dato un’occhiata alla delibera che giungerà in Consiglio Comunale venerdì prossimo e abbiamo appurato che si dice una cosa e se ne fa un’altra.

Mentre il Sindaco si affanna a rassicurare tutti, noi abbiamo fatto due conti. A dispetto del numero di utenze domestiche che diminuiscono di 50 unità e di quelle non domestiche che rimangono invariate rispetto al 2017 e in controtendenza alla quantità di rifiuto differenziato che passa dal 59% del 2017 al 64,7% del 2018, il gettito Tari aumenta di 99.502,83 euro passando da 2.208.406,44 euro a 2.307.909,27 euro. Centomila euro di aumento!

Naturalmente il Piano Tariffario della Tari presenta, come negli anni precedenti, decisioni illegittime ed errori pacchiani. Si ripropone lo stesso schema degli anni precedenti confidando nel fatto che, per fare un altro ricorso al TAR, si dovranno sborsare altri soldi che nessuno è disposto a cacciare di nuovo di tasca propria.

A tal proposito vogliamo ricordare che i cittadini aspettano ancora il rimborso di quanto fatto pagare in eccedenza nel 2017 tenuto conto che la sentenza del TAR è esecutiva. Forse si va avanti in questo modo perché consapevoli che il tempo di questa Amministrazione ormai volge al termine?

Capiamo le ristrettezze economiche, le difficoltà di far quadrare il bilancio. Ma non capiamo perché debbano essere sempre i cittadini a pagare le conseguenze dell’ostinazione di una maggioranza che continua a conferire a pioggia posizioni organizzative che costano decine di migliaia di euro. Che affida i lavori alle imprese senza quasi mai far uso di bandi. Che attribuisce incarichi con affidamenti diretti a professionisti esterni quali avvocati, ingegneri, architetti, quando le professionalità non mancano all’interno della struttura comunale. Non sappiamo come catalogare tutto questo. Tra dolo e pressapochismo forse la verità sta nel mezzo.

Dopo tre anni ci aspettavamo un’inversione di tendenza, ma le tasse ancora una volta aumentano in barba ai proclami di un esecutivo ormai allo sbando. Peccato che per le continue mazzate che dispensano i fautori del nuovo che avanza, le stelle le facciano vedere ai pisticcesi e che di pillole che non vanno giù, ne hanno ancora pieni i magazzini.

Lista dei Cittadini

Italia in Comune Sezione di Pisticci

Sinistra Italiana Segreteria Provinciale di Matera

Più informazioni su