Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Settore edile, il 15 marzo manifestazione nazionale

Cgil in piazza per chiedere di dare immediata esecutività agli investimenti

Lo sciopero nazionale del settore delle costruzioni, che si svolgerà il  prossimo 15 marzo , segna una giornata di mobilitazione di straordinaria importanza per tutto il movimento sindacale  italiano, e non solo del settore. Un’occasione per riportare al centro della politica del nostro Paese il lavoro e lo sviluppo. 

Le infrastrutture da sempre rappresentano il punto nodale su cui costruire una visione di sviluppo attraverso una politica industriale in grado di sostenere l’intera filiera delle costruzioni  tanto più necessaria in  un Paese ormai fermo, che rischia un pericoloso isolamento e  arretramento rispetto al resto dell’Europa. 

Sbloccare tutte le opere immediatamente cantierabili, riconnettere l’Italia e il Mezzogiorno all’Europa. È questa la premessa di qualsiasi azione di sviluppo per un grande Paese e lo è ancora di più per il Mezzogiorno, visto il profondo  gap infrastrutturale con il nord. Per questo occorre dare immediata esecutività agli investimenti contenuti nei vari patti regionali derivanti dal Masterplan. 

La Cgil di Basilicata  sarà in piazza il prossimo 15 marzo per sostenere lo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori delle costruzioni in questa straordinaria  giornata di lotta, che parla  anche all’intero Mezzogiorno e al suo futuro.

Angelo Summa segretario generale Cgil Basilicata