Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Digitale, nuovo software a supporto dei non vedenti

Permette di accedere al mondo digitale anche se non si è esperti di tecnologia ed è mutuabile con il Ssn

È un ausilio indispensabile e importante che permette l’integrazione del disabile visivo mettendolo alla pari dei normodotati”. Così il presidente dell’ACIIL (Associazione Ciechi, Ipovedenti ed Invalidi Lucani) Rocco Galante considera “Speaky facile”, il nuovo software di supporto a non vedenti, presentato il 10 aprile scorso a Potenza. 

Incontro organizzato dalle associazioni ACIIL, ADV (Associazione Disabili Visivi) e UCIL (Unione Ciechi ed Ipovedenti Lucani) alla presenza di un consulente Alessio Mengarelli dell’azienda MediaVoice, che ha progettato e realizzato il software. Le associazioni, come in questo caso, si sono sempre occupate di sostenere i disabili visivi con una continua attività di aggiornamento sulle tecnologie abilitative.

Oggi più che mai – spiega Alessio Mengarelli – l’abilitazione all’interazione vocale del mondo digitale è divenuta essenziale per tutti i processi e i prodotti tecnologici, basti pensare a Google Home, Siri, Alexa: l’assistente vocale è oramai entrato nel nostro quotidiano. Il mercato è incuriosito dagli assistenti vocali percepiti come la rivoluzione della comunicazione del futuro. Ma questa tecnologia che oggi viene proposta al mondo intero con massicce campagne di comunicazione, è materia conosciuta già da moltissimi anni da quel mondo parallelo fatto di persone affette dalle disabilità visive. Quello che per noi oggi è la rivoluzione per loro è strumento d’inclusione sociale da sempre”.

Speaky facile” è un ausilio dedicato a non vedenti, ipovedenti ed anziani, che permette di accedere al mondo digitale anche se non si è esperti di tecnologia. È facilissimo da usare: allacciato a una connessione internet, la tecnologia intelligente – istallata nel software – capta la voce attraverso un telecomando vocale ed esegue i comandi erogando i servizi e i contenuti digitali.

Il software è composto da 20 applicazioni: Documenti (gestire documenti in vari formati), Musica (ascoltare e gestire la musica), Audiolibri (cercare e scaricare migliaia di libri), Edicola (leggere e archiviare i principali quotidiani italiani), Smart Scanner (scannerizzare un documento per essere letto), Rubrica (cercare un contatto telefonico o creare una mail list utilizzabile anche in posta elettronica), Posta Elettronica (scrivere, inviare e leggere le e-mail), YouTube (cercare video), Web Radio (cercare ed ascoltare la radio in streaming), Enciclopedia (cercare e ascoltare i contenuti dell’enciclopedia Wikipedia), Televisione (vedere i canali televisivi), Dizionario e Traduttore (cercare significati e tradurre parole in diverse lingue), Ingranditore Schermo, Lettore Schermo e Notizie da Internet. L’ausilio è completamente mutuabile dal Servizio Sanitario Nazionale.

““Consente al disabile visivo – continua Galante – di accedere, attraverso il comando vocale, alla cultura, all’informazione, alle notizie, a YouTube, ad internet con facilità come fanno i normodotati”. “Speaky facile” deve essere una speranza di poter sensibilizzare e mettere a disposizione uno strumento utile di approfondimento anche ai soggetti della pubblica amministrazione del Sistema Sanitario Nazionale, parte integrante e fondamentale nel sostegno delle categorie più deboli.

Mediavoice è un’azienda fondata su Ricerca ed Innovazione, nasce nel 2000 da esperti di tecnologia vocale ed intelligenza artificiale. Nel corso degli anni, Mediavoice ha sviluppato e brevettato diverse soluzioni tecnologiche avanzate e ottenuto importanti riconoscimenti. La missione è di abbattere il divario digitale grazie all’uso della più avanzata tecnologia vocale intelligente, per permettere a tutti l’accesso al mondo digitale in modo semplice, naturale, efficace ed efficiente.