Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Con rabbia e con amore: un libro per aiutare il figlio di Angela Ferrara, vittima di femminicidio foto

I proventi della vendita del volume di Dino de Angelis inviati al piccolo Luciano

Con rabbia e con amore” è il titolo del libro dello scrittore potentino, Dino De Angelis, che ha avviato una vera e propria catena di solidarietà per il figlio di Angela Ferrara, giovane poetessa di Cersosimo uccisa dal marito, che poi si è tolto la vita, lo scorso settembre. Il ricavato della vendidta del volume è stato devoluto al piccolo Luciano.

Il femminicidio di Angela Ferrara ha scosso la comunità non solo lucana ma anche nazionale, visti i numerosi messaggi di cordoglio giunti, tra gli altri, dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dalla cantante Fiorella Mannoia. Il figlio di Angela, rimasto solo, è stato affidato alle cure dei nonni materni. 

Proprio questa drammatica situazione ha spinto alcuni cittadini lucani a intraprendere un percorso di solidarietà in favore del bambino. Da queste premesse è nato il libro dal titolo emblematico “Con rabbia e con amore” che raccoglie una serie di scritti sulla città di Potenza e pubblicati in occasione dell’anno gerardiano. Lo stesso autore, supportato da diversi amici, ha deciso di destinare il ricavato delle vendite di questo libro al figlio della sfortunata poetessa lucana, privata della vita all’età di soli 31 anni.

Gli amici che hanno appoggiato questo progetto-spiega De Angelis- hanno contribuito non solo alla realizzazione del libro, ma anche alla sua divulgazione per permettere di raggiungere un minimo obiettivo di vendita e dare in tal modo un segnale di vicinanza alla famiglia del piccolo Luciano. Tra queste persone, oltre all’amico di famiglia della stessa Angela Ferrara, l’attore Leonardo Chiurazzi e il sindaco di Cersosimo (il paese dove si è consumata la tragedia), hanno volontariamente offerto il proprio contributo Nicola Cerminara, Emanuela di Mare e Giuseppe Cariglia, l’Associazione “Noi del Parco Elisa Claps”, Bruno Laurita (autore della grafica), “La Ricotta”, Monica Palese, Rocco Sampogna e Mariano Paturzo (autori rispettivamente della prefazione e della postfazione del libro), oltre al Comune di Potenza, che ha raccolto il messaggio di solidarietà per il tramite delle figure del Sindaco e dell’assessore alla Cultura.

Il progetto di questo libro -aggiunge l’autore-non si può certo definire una soluzione ma un messaggio che qualunque cittadino di questa terra può recepire per farsi parte attiva di una catena di solidarietà che deve estrinsecarsi con fatti concreti. La somma di queste piccole azioni individuali si può trasformare in un’azione più grande, ma soprattutto in un messaggio condiviso.”

E a distanza di due mesi dal lancio del libro, il piccolo Luciano potrà finalmente disporre di una somma di denaro che è il frutto dei tanti lettori che hanno deciso, con l’acquisto del libro, di donare un piccolo contributo ad una giusta causa.

Disponibili ancora copie del libro nelle varie librerie della città che si sono mostrate tutte sensibili alla vicenda, a partire dalla libreria Sognalibro che ha collaborato direttamente alla presentazione del libro fatta al teatro Stabile il 26 febbraio scorso. Dopo quella presentazione, ci sono state altre presentazioni, l’ultima di queste sarà fatta nella libreria Senzanome il giorno 3 maggio.

Nel libro non c’è alcun riferimento esplicito alla vicenda della sfortunata poetessa lucana, tranne la dedica iniziale: “Ad Angela e a tutte le donne che hanno sorrisi che nascondono tempeste”.

“Ancora una volta-conclude De Angelis- i cittadini di Potenza hanno dimostrato grande sensibilità e senso civico”.