Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Arpab fa un passo indietro sugli avvisi a tempo determinato

Uil Fpl: "Criticità sul personale in somministrazione sono finalmente venute a galla”

Nel corso dell’assemblea sindacale tenutasi in data 05 giugno 2019 i rappresentanti della Uil Fpl oltre a fare un bilancio dell’azione sindacale svolta hanno rappresentato ai presenti che le criticità evidenziate nei mesi precedenti in ordine alla “questione” del personale in somministrazione sono finalmente venute “a galla”.

Nonostante le giuste preclusioni di carattere giuridico, rilevate in più occasioni dalla Dirigente dell’Ufficio Personale, nonché dalla stessa Uil Fpl, la Direzione dell’Arpab ha finora sempre tentato di portare avanti “ad ogni costo” il reclutamento di personale a tempo determinato relativo al progetto Masterplann.

Oggi, al contrario, pare che le suddette preclusioni siano state finalmente ritenute meritevoli di approfondimento visto che con la DDG n. 153/2019 il Dott. Iannicelli sembra finalmente aver fatto un passo indietro.

Infatti, con la citata delibera, l’Arpab ha sospeso le procedure di reclutamento di personale a tempo determinato poiché le fonti di finanziamento di carattere comunitario potrebbero non rientrare nella categoria dei fondi strutturali europei, ed in quanto tali sarebbero sottoposte a stringenti limiti di spesa che precluderebbero la possibilità di assumere un così ingente numero di unità.

Preme evidenziare che dubbi sulla natura delle predette fonti di finanziamento erano stati più volte sollevati dalla Uil Fpl, non soltanto al Direttore dell’Arpab, ma anche al precedente Assessore all’Ambiente ed agli organismi apicali gestionali della Regione Basilicata. Tanto in data 14 gennaio 2019.

Ma la Direzione dell’Arpab, anziché prenderne atto, ha sempre accusato di ostruzionismo nel raggiungimento delle trattative contrattuali la Uil Fpl.  Sarà davvero un retrofront quello della Direzione dell’Arpab?

A ben vedere, nel sospendere le procedure di reclutamento a tempo determinato, sorprende che il DG (come già fatto in precedenza) richieda al nuovo Assessore all’Ambiente di convocare un tavolo regionale con le organizzazioni sindacali.

Ancora una volta si tenta di coinvolgere soggetti legittimati solo a dettare linee di indirizzo, estromettendo completamente la RSU Aziendale, unico soggetto legittimato alla contrattazione integrativa su tale materia.

Nel corso dell’assemblea gli iscritti hanno mostrato apprezzamento per le azioni condotte a livello sindacale ed hanno richiesto all’unisono che le procedure di reclutamento di personale all’interno dell’Agenzia avvengano nella massima trasparenza e nel rispetto delle norme vigenti. Nessun ostruzionismo, ma rispetto della legalità!

Giuseppe Verrastro segretario regionale aggiunto Uil Fpl

Stefania Bisaccia, Egidio Montagnuolo Rsu Arpab