Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Mario Guarente prova a riparare il danno. Lo striscione rimosso torna al suo posto

Il candidato sindaco della Lega nel primo pomeriggio si fa fotografare con due cartelli riportanti la scritta "prima gli ultimi"

Lo striscione con la scritta “prima gli ultimi”, affisso davanti alla chiesa di Sant’Anna a Potenza, rimosso questa mattina da tre persone, esponenti della destra potentina, una addirittura già candidata con la lista Guarente sindaco, torna al suo posto. Il gesto ripreso in un video circolato in rete aveva scatenato un putiferio in città, alla vigilia del voto di ballottaggio di domani.

Nel primo pomeriggio il candidato sindaco Mario Guarente si fa fotografare davanti alla chiesa con ben due striscioni riportanti la scritta “prima gli ultimi”. Guarente posta la foto su facebook e scrive: “Lo striscione è tornato al suo posto. Viva la libertà di espressione in tutte le sue forme!”

Purtroppo, il gesto del candidato sindaco della Lega Salvini non ripara il danno causato dai suoi sostenitori. Rimane l’indignazione dei cittadini e l’imbarazzo delle forze politiche.