Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

È morto ancora una volta un lavoratore

Usb Basilicata chiama tutte le categorie lucane allo sciopero

Possiamo ripercorrere tutte le fasi che, sempre di più, in questi anni si mettono in piedi per l’occasione, la rabbia, lo sdegno il facile compianto e la solidarietà iniziale, la chiamata in causa degli ordini vigilanti. Dobbiamo concludere che ormai siamo carne da macello, che quando usciamo di casa al mattino l’incidente non è più un accidente ma un rischio calcolato e misurato.

Un lavoro ad alto rischio, sia che si fa parte dei nuovi schiavi sui campi, o si continui a salire su ponteggi, che si scarichino casse di merci, che si finisca maciullati dalle macchine o inondati di metalli bollenti, che si vesta una divisa da pompiere o più semplicemente quella da infermiere, che si raggiunga il proprio posto di lavoro su strade che non hanno subito alcuna variazione strutturale.
Soldi che si spendono più per aggirare la legge sulla sicurezza che per farla rispettare.

L’Usb Basilicata chiama tutte le categorie della regione ad uno sciopero dimostrativo di due ore per il prossimo 28 giugno, tempo necessario per avviare le procedure di raffreddamento previste per garantire i servizi essenziali nel pubblico impiego. Nel frattempo invita tutti i lavoratori e i propri rappresentanti sindacali ad organizzare assemblee nei posti di lavoro.

Rosalba Guglielmi, Coordinamento regionale Usb Basilicata