Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Strade sicure, a inizio 2020 al via cantieri su Raccordo Sicignano-Potenza e Basentana

È quanto dichiara l’on. Gianluca Rospi del MoVimento 5 Stelle

Entro i primi mesi del 2020 saranno avviati tutti i cantieri sul Corridoio stradale Salerno‐Potenza‐Metaponto, opere che riguarderanno la messa in sicurezza del raccordo autostradale RA5 – “Sicignano‐Potenza” e della Strada Statale 407 “Basentana”. È quanto dichiara l’on. Gianluca Rospi del MoVimento 5 Stelle in una nota.

Il Corridoio Stradale Salerno-Potenza-Metaponto, insieme alla direttrice Murgia – Pollino, assume un’importanza strategica per i collegamenti della regione Basilicata con le due direttrici autostradali tirrenica ed adriatica. La direttrice RA05 “Sicignano-Potenza” e la SS 407 “Basentana” congiungono l’autostrada A2 alla SS106 Jonica, mentre l’asse Murgia – Pollino congiunge la stessa autostrada A2, svincolo di Lauria, direttamente all’autostrada A14 svincolo Bari.

Su entrambe le direttrici il Governo centrale, di concerto con Anas e Regione, si sta adoperando per accelerare le operazioni di appaltabilità.” 

In particolare-spiega il deputato pentastellato- per quanto riguarda l’asse stradale Salerno – Potenza – Bari, l’intervento è compreso nell’accordo di programma ANAS 2016-2020 e si compone di due stralci per un importo totale delle opere di 338,7 milioni.

Il primo stralcio riguarda la messa in sicurezza delle opere, di cui sei riguardano la RA 05 e una la SS 407, attualmente in fase di ultimazione della progettazione esecutiva e della appaltabilità, prevista tra il 2019-2020.

Gli interventi del secondo stralcio riguardano invece la riqualificazione della piattaforma stradale, la messa in sicurezza della carreggiata mediante l’inserimento dello spartitraffico centrale nei tratti mancanti e la razionalizzazione degli accessi laterali.

Al fine di accelerare le operazioni di appalto e cantierabilità-conclude il portavoce Rospi-  gli interventi sono stati suddivisi in più lotti ed entro fine anno è prevista l’appaltabilità della messa in sicurezza con il completamento dello spartitraffico centrale fino al km 64 – bivio di Salandra, mentre, per i lotti che vanno dal km 64 al km 100 – innesto SS 106 Jonica, è previsto l’appalto per il 2020.”