Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Cna Basilicata: “Preoccupa stallo amministrativo delle Fondazioni Matera-Basilicata2019 e Lucana Film Commission”

"Situazione attuale rischia seriamente di mandare in tilt tutto il tessuto imprenditoriale coinvolto"

A seguito delle numerose segnalazioni delle proprie imprese associate, Cna Basilicata esprime grande preoccupazione per lo stallo amministrativo in cui versano le Fondazioni Matera-Basilicata2019 e Lucana Film Commission. Imprenditori, professionisti e imprese associate denunciano gli annosi ritardi nei pagamenti delle forniture e degli impegni presi dalla Fondazione Matera-Basilicata2019 con gran parte del tessuto imprenditoriale locale, e non solo.

Al pari, si apprende dalla stampa di questi giorni, che anche la Fondazione Lucana Film Commission versa in una situazione simile essendo al momento priva del proprio Presidente a seguito della scomparsa di Luigi Di Gianni e con ritardi di circa un anno sulla comunicazione degli esiti dell’ultimo bando di sostegno alle imprese del comparto cinematografico.

“L’attuale situazione ci preoccupa non poco – afferma il Presidente di CNA Basilicata Leonardo Montemurro – e rischia seriamente di mandare in tilt tutto il tessuto imprenditoriale coinvolto nel processo messo in atto dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019. Nella stessa impasse, appendiamo dalla stampa locale, versa la Fondazione Lucana Film Commission.

Molte imprese associate sono, inoltre, a segnalarci una diffusa disorganizzazione interna in questo momento nelle due Fondazioni che non permette di programmare azioni ed attività rischiando di operare con una certa improvvisazione che non giova a nessuno. È necessario -conclude Montemurro- a nostro parere effettuare un deciso cambio di marcia, una evoluzione e riorganizzazione delle due Fondazioni a tutela e garanzia di tutto il tessuto imprenditoriale locale per uscire fuori da una situazione divenuta davvero alquanto imbarazzante oltre che dannosa considerando che tale stallo si palesa proprio al giro di boa di metà anno 2019 in un momento culturalmente così importante per la nostra regione e il nostro Paese”.