Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Turni al 118 Basilicata, Fsi Usae: “disparità tra medici”

Il segretario Mecca chiede chiarimenti all'Asp e all'assessore alla Salute

Più informazioni su

La sigla sindacale Fsi Usae ha consultato, in particolare, i turni di servizio dei dirigenti medici relativi all’anno 2019 dei P.P.I. di Tricarico, di Stigliano, e Tinchi, nonché quelli delle postazioni Mike di Grassano, Matera, Tinchi e Stigliano.

Da detta disamina appare evidente una disparità di trattamento nei turni tra i medici, con la presenza di alcuni per un numero di ore eccessivo rispetto ai parametri previsti dalle norme contrattuali e legislative che disciplinano il numero massimo di ore di lavoro che si possono, legittimamente, chiedere ai dipendenti della dirigenza sanitaria. Dette norme sono poste a tutela sia dei lavoratori ma anche e soprattutto dei pazienti.

Infatti, un dirigente medico che svolge un numero eccessivo di ore di lavoro rischia di non poter essere in grado di erogare all’utenza una prestazione di qualità in quanto la probabilità di errore sanitario è direttamente proporzionale al mancato recupero psico-fisico.

I turni di servizio del personale medico sono redatti, su autorizzazione del Dott. Serafino Rizzo, dal Dott. Eustachio Porcari, il quale, pro domo sua, si assegna un numero di ore decisamente superiore a quello dei suoi colleghi riservando lo stesso trattamento ad alcuni colleghi probabilmente ritenuti “più” amici degli altri.

Analoga situazione viene segnalata da alcune Medicalizzate e P.P.I. del Potentino per le quali non vige nessun ostacolo alla strumentalizzazione dei turni redatti dai referenti medici autorizzati dallo stesso Dott. Rizzo, il che evidenzia uno scenario di evidente disparità di trattamento, non solo tra la dirigenza medica ma anche con il personale del comparto, che si vede sempre più esasperato dai limiti che questo sostituto Direttore impone secondo le stesse leggi che “dovrebbero essere imposte” alla dirigenza medica.

Le recenti dimissioni di diversi Coordinatori Infermieristici nonché una eccessiva morbilità per malattia ed infortuni sul lavoro del personale denotano uno stato di grave disorganizzazione del DEU 118 che pone a grave rischio la salute dei cittadini.

Sulle problematiche rappresentate si chiede all’ASP di Potenza di fornire chiarimenti alla luce di quanto previsto delle norme che disciplinano la trasparenza degli atti della pubblica amministrazione.

All’Assessore Dott. Rocco Leone si rivolge l’invito a voler intervenire al più presto dotando il Dipartimento di Emergenza/Urgenza di un Direttore competente in materia onde mettere fine all’attuale gestione “partigiana”, per usare un eufemismo, di un importante settore della sanità pubblica regionale.

Giampaolo Mecca segretario Fsi Usae Basilicata

Più informazioni su