Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Nova Siri, sul lungomare raccolti 8mila mozziconi di sigarette in un’ora foto

In molti hanno partecipato all'iniziativa del Gruppo Pro Ambiente

Più informazioni su

Domenica 8 settembre, alle ore 9:30 un gruppo di persone ha deciso di stare insieme e dedicare un’ora del proprio tempo al pericolo dei troppi mozziconi di sigaretta dispersi e mimetizzati nel nostro habitat.

“Non vogliamo raccogliere mozziconi, dice Salvatore Scarpato volontario del GPA (Gruppo Pro Ambiente), ma sensibilizzare della invasiva presenza dei subdoli mozziconi a cui abbiamo fatto abitudine e che costituiscono una vera e propria emergenza sanitaria per la salute dell’uomo e dell’Ambiente”.

“Non è stato un ritrovo dei soliti quattro infatuati- spiegano i promotori- ci siamo ritrovato in tanti e molti si sono uniti alla raccolta ed al Gruppo. Il fatto che alcuni adulti ci abbiano chiesto ironicamente cosa avrebbe prodotto la raccolta dei mozziconi e quale ne sarebbe stato il ricavo mentre nessun giovane o ragazzo ha scherzato, deriso e ironizzato ed anzi sono stati interessati ed associati al Gruppo Pro Ambiente dopo aver appreso lo spirito dell’evento, conferma che la speranza di un futuro civile e solidale è ben riposto nelle nuove generazioni: migliori di quello che molti ritengono, e potrebbero dimostrarlo se solo avessero la possibilità di esprimersi (come ben sanno, però, gli Stati Esteri che li accolgono ben volentieri).

Meno di un’ora per incontrare persone, diffondere lo spirito del Gruppo ed ammirare l’happening estemporaneo, rievocativo antropologico di epos partecipativo di riscatto, sofferto ma necessario, del grande maestro Gaetano di Matteo. In contemporanea altri trenta volontari hanno raccolto oltre 8 kg di mozziconi da terra, chinandosi mediamente 266 volte ciascuno

La scelta del lungomare di Nova Siri -sottolineano- non è a caso perchè l’Amministrazione ne cura laboriosamente la pulizia, e dimostra che: l’ordinaria pulizia non basta ma occorre un progetto mirato e specifico di sanificazione; nonostante l’ordinaria pulizia i mozziconi sono realmente dappertutto ed invasivi se basta così poco tempo per raccoglierne in così grande numero; i numeri sono drammatici se ben rappresentanti: in un’ora oggi abbiamo toccato 200 metri di un lungomare di circa 2 km, potenzialmente in un’ora ben 80.000 mozziconi; la raccolta non ha toccato la maggior parte del territorio, peraltro priva di sistematica pulizia: spiaggia, pineta, bosco e mare.

Il Gruppo Pro Ambiente collabora fattivamente con l’Amministrazione, come documenta la presenza dell’Assessore all’Ambiente, con la quale abbiamo condiviso l’estremo pericolo per lo sviluppo e la crescita rappresentata dai mozziconi selvaggi, oltre alla brutta immagine di degrado, ad esempio, se gli 8mila mozziconi raccolti fossero terminati in mare contemporaneamente, la Bandiera Blu ci avrebbe salutati.

Gli 8mila mozziconi raccolti in un’ora -concludono- dimostrano l’urgenza sanitaria: gli stimati 80mila dell’intero lungomare ed i milioni di mozziconi presumibili nel solo territorio di Nova Siri per non contare quelli della fascia litoranea della Basilicata ed oltre, sono numeri terribili che devono far pensare e preoccupare anche i più scettici. Ma anche allarmare ed allertare le autorità civili e sanitarie – peraltro già obbligate dall’ Art. 40 della legge n. 221 del 28 dicembre 2015 a salvaguardare la salute pubblica impedendo che i mozziconi siano gettati a terra – spingendole ad avviare urgenti programmi di bonifica e screening della popolazione per verificare i danni procurati alla salute pubblica e cominciare a porre rimedio”.

Più informazioni su