Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Basilicatanet spegne la voce dei sindacati, Uil Fpl: “I nostri comunicati non vengono più pubblicati”

L'appello del segretario Verrastro al presidente della Regione: "Non possono essere esclusi dalla sera alla mattina i corpi intermedi probabilmente per meri interessi di qualcuno"

Facciamo nostre le affermazioni del Capo dello Stato ovvero che “l’incondizionata libertà di stampa non può essere oggetto di insidie volte a fiaccarne la piena autonomia e a ridurre il ruolo del sindacato”.

Cosa c’è in gioco? Non la difesa di un organismo corporativo, ma il diritto dei cittadini ad essere correttamente informati. Difendiamo la necessità di un soggetto pubblico chiamato a tutelare i principi deontologici e a vigilare sul rispetto delle regole per garantire una informazione veritiera e di qualità. Non può esistere libertà di stampa senza responsabilità di stampa e senza poter pubblicare le note sindacali sul portale “Basilicatanet.it”.

Da sempre, come Uil Fpl abbiamo pubblicato le notizie sul portale, a volte anche criticando, ma sempre in maniera costruttiva. Oggi però non possono essere esclusi dalla sera alla mattina i corpi intermedi probabilmente per meri interessi di qualcuno, che crede, che così facendo ammutolisce le forze sociali. Inoltre è un portale che tutti i lavoratori, di tutti gli ambiti pubblici e privati, hanno sempre seguito, il diritto all’informazione è una cosa seria ed è costituzionalmente garantito. Ci chiediamo chi è interessato a fermare il sindacato? E se pensa veramente di farlo è solo una prospettiva a ridurre, la libertà di stampa, il pluralismo, la democrazia.

Pertanto, presidente Bardi, ci appelliamo al suo buon senso affinché dia di nuovo spazio alla voce del nostro sindacato e di tutti i sindacati Regionali sul portale.

Giuseppe Verrastro, segretrio regionale aggiunto Uil Fpl