Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Calendario di Mussolini, insorgono anche gli ex partigiani lucani

Pubblicato da un noto periodico

Ci sono anche ex partigiani lucani tra coloro che hanno denunciato la pubblicazone del calendario 2020 di Mussolini apparso in questi giorni un pò ovunque, dalle edicole, ad alcuni punti di ristoro, ai bar…e persino in alcuni uffici pubblici (come il Giudice di Pace).

Al modico costo di 5,95 euro si acquista il “calendario del duce” in quasi tutte le edicole d’Italia (pubblicato da un noto periodico ). E così l’Anpi si è rivolta all’Associazione Giustitalia (www.associazionegiustitalia.it)  per denunciare l’accaduto.

La pubblicazione, la distribuzione e, soprattutto, la diffusione – commentano dall’Associazione – rappresenta, sul piano penale, una forma sottile di apologia di fascismo, un reato previsto e punito dalla Legge Scelba attuativa della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione. 

Sul piano civilistico, rappresenta un danno anche morale, come tale risarcibile, per coloro che si identificano nei valori portati dalla Costituzione Repubblicana.

Sul piano amministrativo e politico, lasciamo alla perspicacia di chi legge la valutazione delle conseguenze che potrebbero derivare se persevera la diffusione di questo “virus di idee malsane”.