Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Giorni difficili per la sigaretta elettronica, ma dagli USA arrivano notizie chiare e rassicuranti

"La sigaretta elettronica non fa male ma, a causare danni, sono la divulgazione di false informazioni,"

Lo svapo e le morti negli USA

La sigaretta elettronica, fin da subito, ha suscitato reazioni contrastanti in tutto il mondo: da una parte vi era chi lo riteneva un valido strumento per smettere di fumare, ma dall’altro lato della barricata, vi sono i sostenitori delle classiche bionde, ritenute meno chimiche e quindi non dannose come le e-smoke.

Di recente, negli Stati Uniti, è scoppiato un caso mediatico che ha sconvolto il settore delle e-cigarettes: due casi di morte dovuti all’utilizzo della sigaretta elettronica.
Da qui, i contrari all’utilizzo, sono tornati a parlare abbastanza negativamente della sigaretta elettronica. Anche in Italia si è scatenato il panico in merito all’utilizzo delle e-smoke, poiché utilizzate da un grande numero di persone che amano svapare, allontanandosi dalla classica sigaretta.

Il crollo della sigaretta elettronica

Un brutto periodo, quindi, per la sigaretta elettronica e i suoi tanti utilizzatori, ritrovatisi a dover fare i conti con numerosi contestatori e con un leggero crollo del mercato: anche coloro che non hanno mai riscontrato alcun problema, hanno iniziato a temere che le sigarette elettroniche potessero arrecare, in maniera lenta ma costante, danni all’organismo, ma le forze dell’ordine degli USA hanno smentito tutto.

La verità sulle morti da sigaretta elettronica

Ci sono volute diverse settimane per giungere alla causa scatenante le strane allergie provocate dalle sigarette elettroniche, in particolar modo dalle cartucce utilizzate per svapare: a causare la morte è stata la sostanza CHO, ovvero il vitamina E acetato, il quale, se inalato, causa danni irreversibili.
Pertanto, i liquidi certificati non causano alcun danno alla salute ma, nel mercato illegale, si trovano liquidi che offrono una sensazione di maggior soddisfazione durante le svapate ma, contestualmente, causano problematiche respiratorie.

La sigaretta elettronica fa male?

La Public Health England, massima autorità in campo sanitario inglese, ha effettuato vari controlli sui liquidi prodotti seguendo le normative in vigore, dimostrando come cartucce e ricariche sicure non provochino alcun danno alla salute. In Italia sono in vendita sul portale sicuro svapostore.net.
Al contrario, invece, l’utilizzo di questo strumento permette di rimuovere oltre il 75% delle sostanze cancerogene che si sono depositate nell’organismo dopo anni di abuso della sigaretta classica e di altre sostanze.

La sigaretta elettronica non fa male ma, a causare danni, sono la divulgazione di false informazioni, come sostenuto dai produttori e venditori di prodotti collegati alla sigaretta elettronica, che arrecano danni a un settore che potrebbe rimpiazzare quello della classica sigaretta.