Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Sanità, un milione di euro all’ospedale di Chiaromonte

Il sindaco Viola: "Si è riconosciuto, con i fatti, che il San Giovanni non appartiene solo alla comunità che lo ospita, ma è di tutto un territorio e dei suoi cittadini"

Più informazioni su

“Un milione di euro per la salute del “San Giovanni”. E così, grazie all’unanime volontà dei 19 sindaci che fanno parte delle aree interne “Mercure”, “Alto Sinni” e “Val Sarmento”, aventi comune capofila Francavilla in Sinni, la radiologia dell’ospedale di Chiaromonte si rinnova, rinforzandosi in termini di servizi diagnostici per il territorio. L’ingente somma destinata al nosocomio, proviene dai fondi complessivi riservati dalla strategia delle aree interne alla salute”. A darne notizia è il sindaco di Chiaromonte, Valentina Viola. 

È questo il momento per ringraziare tutti i miei colleghi sindaci- spiega il sindaco Viola- per aver appoggiato subito e senza alcuna riserva, l’istanza di questa Amministrazione Comunale e quella di un intero territorio, riconoscendo al presidio di Chiaromonte centralità per ciò che riguarda la risposta ai bisogni sanitari dei cittadini dell’area del Pollino e quindi, indirizzando un milione di euro per rafforzare l’offerta sanitaria diagnostica e specialistica. Tale proposta è stata poi approvata e portata avanti le sedi opportune dagli assessori regionali Francesco Cupparo e Rocco Leone con il direttore generale Asp Lorenzo Bochicchio.

Per la prima volta- ha continuato la prima cittadina – grazie a un ottimo lavoro di squadra, si è riconosciuto, con i fatti, che il “San Giovanni” non appartiene solo alla comunità che lo ospita, ma è di tutto un territorio e dei suoi cittadini. Una struttura come questa non dovrà essere abbandonata tanto che questo è solo il primo passo per potenziare i servizi sanitari, per riempirla di contenuti, evitando che il povero anziano o bisognoso debba spostarsi anche per semplici esami verso Potenza. A tal fine continueremo a lavorare e incalzare la regione Basilicata affinché questo avvenga. Tutti sappiamo bene quanto lo spopolamento dei nostri territori interni sia una malattia endemica che ci affligge e una delle cause è proprio la mancanza di servizi sanitari adeguati. Per evitare questo trend, la politica deve lavorare nel senso di rafforzare questi, come gli altri servizi, a vantaggio di tutti i cittadini e non solo di alcuni. Attualmente nella radiologia sono già arrivati un nuovo telecomandato e un ecografo multidisciplinare. Presto arriveranno una Tca 32 slice, la Moc, un riunito odontoiatrico e ortopantomografo, un gastrocolonscopio e un facoemulsificatore.

Non posso che manifestare soddisfazione – ha concluso Valentina Viola- per il raggiungimento del primo degli obiettivi che questa amministrazione comunale si prefiggeva fin dai tempi della” Proposta di Efficientamento” dell’ospedale di Chiaromonte sostenuta dai sindaci dell’area.

Più informazioni su