Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Tenta di uccidere il fratello, arrestato dai carabinieri. La vittima è in prognosi riservata

Il ferimento sarebbe scaturito da una lite per futili motivi

I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Potenza hanno arrestato in flagranza di reato un 41enne di Anzi, ritenuto responsabile di tentato omicidio nei confronti del fratello convivente.

I militari, durante un servizio serale di controllo del territorio, allertati dalla Centrale Operativa della Compagnia di Potenza, sono intervenuti nell’abitazione dei due fratelli in cui era stato segnalato un litigio.

I carabinieri una volta entrati hanno trovato la vittima, 48enne, con una ferita al torace e il fratello, autore del ferimento, ancora con un coltello a serramanico tra le mani. L’aggressore è stato subito bloccato e l’arma bianca sequestrata.

I carabinieri hanno richiesto l’assistenza del personale sanitario del servizio 118, che hanno trasportato la vittima all’ospedale di Potenza, dove si trova tuttora ricoverata in prognosi riservata.

Dalla prima ricostruzione dei fatti effettuata si è appurato che la lite sarebbe stata causata da futili motivi. Nella circostanza, mentre arrivavano i Carabinieri, l’intromissione della madre aveva evitato il peggio.

In casa gli operanti hanno eseguito un accurato sopralluogo, così da raccogliere anche utili elementi e tracce per stabilire puntualmente quanto verificatosi.

Al termine degli accertamenti l’uomo è stato arrestato.