Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Un Paese per giovani, a Nova Siri due giornate di formazione politica

L'iniziativa organizzata dai Giovani Democratici e dall’associazione “Ci Riguarda”

Si terrà lunedì 21 ottobre alle ore 10:30 presso la sede di Godesk a Potenza una conferenza stampa promossa dai Giovani Democratici e dall’Associazione Ci Riguarda per la presentazione delle giornate di formazione politica, dal titolo “Un Paese per giovani”, che si svolgeranno a Nova Siri il 26 e il 27 ottobre prossimo.

Saranno presenti: Michele Masulli – Presidente nazionale dei Giovani Democratici; Roberto Cifarelli – Capogruppo Pd in Regione Basilicata; Luigi Gravela – Associazione Ci Riguarda; Claudio Scarnato – Segretario provinciale PD Matera.
Di seguito il programma delle giornate di formazione politica.

Un Paese per Giovani è il titolo della Scuola di formazione Politica organizzata dai Giovani Democratici e dall’associazione “Ci Riguarda”.

Il 26 e 27 ottobre 250 giovani fino ai 35 anni si daranno appuntamento a Nova Siri (Matera), per dialogare e confrontarsi con tanti protagonisti dello scenario pubblico italiano e internazionale. Una contaminazione di esperienze e visioni dalle quali trarre slancio, ispirazione ed energia per affrontare le sfide del presente e “formare il futuro”.

L’evento -spiegano gli organizzatori- è dedicato al Partito, alla funzione dei Partiti ed al Mezzogiorno d’Italia. Un Paese per Giovani è un’iniziativa con la quale ci si interroga sul ruolo dei giovani, la loro identità. Un mezzogiorno fatto di luci e molte ombre, con grandi potenzialità ed eccellenze nel mondo dell’imprenditoria, della ricerca, della cultura e dell’innovazione, capaci di competere a livello globale e di esportare valore e talenti. Ma anche coi suoi divari, che tendono a crescere anziché colmarsi. Discuteremo dunque delle tante “Italie”, di un Paese orgoglioso delle sue realtà virtuose con riferimento al ruolo che i giovani possono e devono avere per fare i conti con le zavorre che rendono affannoso il cambiamento.

Il nostro viaggio si articolerà in una serie di concetti-chiave che saranno sviluppati in 2 giorni di incontri e dibattiti: Un Paese per Giovani; Questione meridionale, giovani, Politiche del Lavoro; Piccoli comuni e cultura della qualità; Con la cultura si mangia; Zero al Sud – Federalismo.
Parleremo dei giovani non solo per disegnare una mappa ragionata del nostro mezzogiorno, ma soprattutto per avanzare idee e progetti per il futuro. Perché gli studenti della Scuola di Politiche siano lievito e innesco per il cambiamento di cui la nostra società ha bisogno. Questa è la “missione” della scuola di formazione Politica con l’intento di “formare il futuro”.