Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Arpab, impantanata: “Assessore Rosa, è arrivata l’ora di voltare pagina”

Vaccaro (Uil) e Verrastro (Uil Fpl): "Si proceda con i concorsi"

Più informazioni su

La scrivente Organizzazione Sindacale prende atto che l’Arpab si è del tutto impantanata nella gestione dei concorsi a tempo determinato fortemente voluti e pressantemente richiesti nei tavoli sindacali.

Da ultimo, nella seduta della delegazione trattante del 23 settembre 2019 la Uil Fpl metteva a verbale la eguente richiesta : “Quella della convocazione del tavolo Regionale prima di procedere a qualsiasi avviso.

Ad oggi non solo nessun tavolo risulta convocato, ma il Direttore dell’Arpab. ha prorogato i contratti di due dirigenti del progetto masterplann sforando addirittura il termine dei n. 36 mesi previsto dalla legge.

Non solo, la Dirigenza ha anche convocato nuovamente una seduta della delegazione trattante per il giorno 5/12/2019 con all’ordine del giorno avvisi pubblici a tempo determinato, citando nella convocazione una norma non corretta, e disattendendo completamente l’impegno assunto con il sindacato.

Ma vi è di più. Nonostante la sospensione dell’avviso pubblico del Direttore Amministrativo in seguito alla segnalazione di illegittimità della Uil Fpl ed al tempestivo intervento dell’Assessore Rosa, infatti la norma di riferimento legge 35/2017 non consente di nominare chi non rientra né nella dirigenza dell’Arpab, né in quella regionale del ruolo unico, ossia nelle uniche categorie a cui la legge regionale consente di affidare il succitato incarico. La scrivente OS ha già sollecitato più volte il Consiglio Regionale a modificare la vecchia legge Regionale N° 37 del 24/09/2015 per sancire una volta per tutte che il controllo dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente dovrà essere un organismo autonomo e non uno strumento nelle mani della politica.

Si aggiunga che l’atteggiamento assunto dall’attuale Direzione dell’Arpab continua a denotare la mancanza di rispetto per l’attività sindacale e, quindi, delle legittime istanze presentate per conto dei lavoratori dell’Arpab: molteplici sono le richieste e/o diffide che non vengono neppure riscontrate dall’Agenzia.

A mero titolo esemplificativo, si richiama la recente e non riscontrata richiesta di una unità di personale in aggiunta al delicato servizio di pronta disponibilità (fortemente voluto da quei lavoratori “coscienziosi” che si sono rivolti alla Uil Fpl ed hanno sollecitato la predetta) finalizzata a garantire il funzionamento efficace di un servizio a tutela della salute dei cittadini.

Anche su tale fondamentale problematica la Dirigenza latita. Infatti, nonostante il Direttore dell’Arpab, nelle ultime sedute di delegazione trattante sembrava predisposto ad un cambio di rotta (forse per ottenere l’avallo allo sforamento della proroga del personale interinale?), non ha fornito alcuna concreta risposta.

Alla luce di quanto detto perciò la Uil Fpl chiede all’Assessore Rosa di voltare definitivamente pagina all’Arpab e si proceda con i concorsi pubblici.

Carmine Vaccaro, segretario generale Uil Giuseppe Verrastro, segretario generale aggiunto Uil Fpl

Più informazioni su