Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Massimo Barresi continua a stupirci. Da Napoli arriva un altro esperto ma qualcosa non quadra

Si tratta di Pasquale Indizio ex direttore dei servizi informatici dell’ospedale Cardarelli

È il 31 ottobre 2019, il direttore generale dell’Aor San Carlo di Potenza, Massimo Barresi, conferisce l’incarico a titolo gratuito per attività di supporto tecnico informatico a un dirigente in pensione. Nella stessa delibera approva lo schema di contratto. E lo fa due mesi prima che l’attuale responsabile torni a casa. Una tempestività che rende onore alla bravura del supersonico Barresi.

Perché lo fa? Perché l’azienda è sottoposta a rischi informatici e non è in grado di garantire la sicurezza del Sistema aziendale nel suo complesso. Per esempio non è in grado di interdire l’accesso ai sistemi ai non aventi diritto, di bloccare l’introduzione di codici maligni, di monitorare la navigazione web e controllare le intromissioni indebite. Soprattutto lo fa perché l’attuale responsabile dei servizi informatici andrà in pensione a partire dall’1 febbraio 2020 e la risoluzione del rapporto di lavoro è stata già disposta il 25 ottobre scorso in seguito a istanza di dimissioni. L’attuale responsabile, ci dicono molto competente, pare si sia dimesso per la disperazione.

E pare che Massimo Barresi non vedesse l’ora di liberarsi del dirigente probabilmente scomodo. Tant’è che già prima del decreto dirigenziale che dispone la risoluzione del contratto con il vecchio responsabile, il 22 ottobre incontra nel suo ufficio il futuro incaricato dirigente volontario pensionato per la conferma della disponibilità all’assunzione dell’incarico.

Chi è l’eroe che dovrà risolvere i problemi informatici dell’Azienda?

A parere di Massimo Barresi è un professionista in possesso di un’ampia e comprovata esperienza professionale, maturata nel settore dell’IT Project & Management in sanità, corroborata dall’aver ricoperto dapprima l’incarico di Direttore dei Servizi Informativi Aziendali dell’AORN “S. Anna e S. Sebastiano” di Caserta (dall’aprile 2005 al giugno 2012) e successivamente l’incarico di Direttore del Servizio Informatico Aziendale dell’AORN “A. Cardarelli” di Napoli (dal luglio 2012 alla fine di dicembre 2017). Si tratta di Pasquale Indizio.

 E proprio in ragione della comprovata esperienza professionale maturata nel settore gli conferisce l’incarico a titolo gratuito e volontario. Dunque, se qualcuno pensa che le ragioni siano diverse, si sbaglia. Il fatto che l’incaricato provenga dalla Campania e dalle stesse strutture sanitarie in cui ha lavorato Barresi, come d’altronde altri professionisti assunti in questi mesi, nulla c’entra. Se qualcuno immagina che ci sia in fondo un requisito di amicizia, si sbaglia. Il dott. Pasquale Indizio è bravo, competente e pieno di esperienza, punto. Anche se voci interne al Cardarelli di Napoli parlano di un pensionamento “forzato” gentilmente sollecitato dalla direzione amministrativa dell’ospedale. Solo voci, per carità.

Pasquale Indizio e quella Società londinese

 Sarebbe stato direttore dei servizi informatici della N.O.R.A.A LTD, una società del Regno Unito costituita il 30 gennaio 2017 con sede legale a Londra, il cui oggetto sociale è: “altre attività di servizi di supporto alle imprese non classificate altrove”. Chissà di che cosa si occupava realmente quella società che, sembra, abbia cessato le attività nel luglio 2018 cedendo ad altra società il business.

Ciò che appare strano è che Pasquale Indizio nel periodo in cui è direttore dei servizi informatici in un’azienda ospedaliera pubblica copre lo stesso incarico in un’azienda privata. Pasquale Indizio della Noraa Ltd è lo stesso Pasquale Indizio direttore dei servizi informatici del Cardarelli di Napoli? Soltanto lui può dircelo. E se è lo stesso che cosa ci faceva in quella Società? Soltanto lui può dircelo.

A proposito, caro Barresi, il curriculum di Pasquale Indizio, andrebbe reso pubblico e allegato al provvedimento di nomina. Il fatto che sia stato acquisito al protocollo e conservato agli atti, ai cittadini interessa poco.  Qui la Delibera incarico