Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Ospedale San Carlo, ipotesi di accordo sulle progressioni orizzontali 2019

Approvata e sottoscritta nel pomeriggio di ieri, nel corso della delegazione trattante

È stata approvata e sottoscritta nel pomeriggio di ieri, nel corso della delegazione trattante dell’azienda ospedaliera San Carlo di Potenza, l’ipotesi di accordo sulle progressioni orizzontali per l’anno 2019 per il personale del comparto dell’azienda ospedaliera.

Un importante risultato che permetterà, in base a criteri, graduazioni e pesature attentamente ponderate e condivise nel corso dell’incontro, nonché a una capienza del fondo di circa 500.000 euro da destinare al beneficio contrattuale, di dare risposte ai lavoratori che in questi anni, nonostante le carenze di personale, si sono spesi per garantire cure e assistenza ai cittadini con grande professionalità e spirito deontologico, prestando anzitutto attenzione a coloro che da più tempo non beneficiano di progressioni economiche. Il bando di partecipazione del personale, distinto per ruolo e per categoria, con relativa modulistica, sarà pubblicato sul sito aziendale martedì prossimo e saranno previsti 15 giorni per la presentazione della domanda.

Per il 2020 sarà pubblicata una nuova graduatoria che verrà utilizzata fino al raggiungimento delle risorse utili. Nel corso dell’incontro si è discusso anche della mobilità interna: alla luce della mancanza di trasparenza sulle modalità e i criteri per gli spostamenti del personale eccepita dalla Cgil e da altre sigle sindacali, si è convenuto che sarà pubblicato un bando per la mobilità sia all’interno dell’Aor che nei presidi; ciò permetterà un riassetto del personale tra le varie Unità Operative prima che venga assegnato il personale di nuova assunzione.

Nell’ottica della massima trasparenza, si è concordato che il criterio prioritario, ma non unico, per determinare il fabbisogno di personale delle singole Unità Operative sarà stabilito in funzione dei posti letto. Su richiesta della Cgil, si è concordato di estendere e di uniformare l’attuale regolamento Aor per usufruire della mensa aziendale ai vari presidi, previa verifica da parte dell’Ufficio Provveditorato sulla erogazione dei servizi. Nel corso dell’incontro, l’Azienda ospedaliera si è impegnata, altresì, ad assicurare il supporto informatico in tutti i presidi per la gestione informatizzata dei turni.

Per quanto concerne la produttività collettiva per l’anno 2018, l’amministrazione ha comunicato che gli emolumenti saranno elargiti con le competenze stipendiali di novembre.
Al fine di garantire un utilizzo responsabile del Fondo, la Cgil ha chiesto l’attuazione di una oculata programmazione dello straordinario ed il costante e continuo monitoraggio del suo utilizzo al fine di non sottrarre risorse fondo, destinando eventuali residui all’attuazione di altre finalità contrattuali previste.

Infine, sulla questione della stabilizzazione del personale infermieristico precario, l’Amministrazione nel corso dell’incontro aveva comunicato che, essendo vincolata al rispetto di direttive stringenti regionali legate alla copertura economica del vecchio piano assunzioni, si correva il rischio che non si sarebbero potute effettuare ulteriori proroghe anche se nel limite dei
36 mesi, con il fondato pericolo di creare disagi e blocco delle attività nell’azienda ospedaliera accentuando la già grave carenza di personale. In merito la Cgil, come già aveva preannunciato nel corso dell’incontro, si è attivata immediatamente per interloquire con gli organi regionali al fine di rimodulare la direttiva regionale. Nella mattinata di oggi l’assessore, rispondendo prontamente alla richiesta di un incontro, ha rassicurato sulla prosecuzione di detti contratti, bloccando le annunciate comunicazioni di interruzione.

A questi importanti risultati, a breve se ne aggiungeranno altri volti a tutelare il benessere dei lavoratori, a valorizzare le professionalità presenti nell’ente, introducendo al contempo miglioramenti nell’organizzazione del lavoro. Un tavolo tecnico, tra azienda e sindacati, sta elaborando e redigendo una bozza del nuovo Contratto integrativo decentrato che si rifà alle nuove disposizioni normative del contratto collettivo nazionale 2016-2018, i cui contenuti saranno sottoposti entro la fine dell’anno alla delegazione trattante per la loro approvazione.

Donato Summa, segretario aziendale Aor San Carlo Fp Cgil Potenza

Marinetta Di Tolla, Nicola Cantarella, Rocco Latorraca, Mario Fulco Rsu San Carlo Fp Cgil Potenza