Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Prometeo in scena allo Stabile di Potenza

Il 6 novembre nell'ambito del Città delle 100 scale festival

Più informazioni su

La danzatrice Simona Bertozzi con la compagnia Nexus in un lavoro dedicato a Prometeo. Appuntamento con la danza d’autore mercoledì 6 novembre al teatro Francesco Stabile di Potenza

Il prossimo appuntamento del Città delle 100 Scale festival porta a Potenza la danzatrice e coreografa vincitrice del premio “Hystrio Corpo a Corpo” 2019.

In scena sono attese le performance Contemplazione e And it burns, burns, burns, rispettivamente, il primo e l’ultimo quadro di un progetto biennale 2015/2016 dedicato al mito di Prometeo: i due quadri per la prima volta saranno presentati in successione, articolando un’inedita visione di alcune delle sezioni coreografiche più significative dell’opera.

L’opera propone una palestra ritmica dove incidono la reversibilità delle regole e la loro mescolanza, mentre lo slancio atletico e il fraseggio coreografico articolano le posture.

Simona Bertozzi. Coreografa e danzatrice con un background da ginnasta, laureata al Dams di Bologna, si forma in danza contemporanea tra Francia, Spagna, Belgio e Inghilterra e danza, tra gli altri, per il catalano Tòmas Aragay e Virgilio Sieni. Dal 2005 è impegnata in un percorso autoriale di ricerca e creazione coreografica. Nel 2008 costituisce la Compagnia Simona Bertozzi|Nexus. Negli anni i suoi progetti hanno ottenuto sostegni e ospitalità da parte di importanti circuiti regionali, italiani ed europei, mediante coproduzioni e residenze coreografiche.

Dal 2014 il percorso di creazione si è rivolto anche a giovani interpreti, coinvolgendo bambini e adolescenti. Da segnalare, tra tutti, “Guardare ad altezza d’erba”, lavoro coprodotto dalla Biennale Danza di Venezia e “Lotus”, progetto vincitore del Bando Migrarti 2017. Le creazioni hanno ampia circuitazione in festival, rassegne e stagioni teatrali, in ambito nazionale e internazionale, tra cui Romaeuropa, Biennale Danza Venezia, Aerowaves, Dance Week Festival Zagreb, Tanec Praha, Correios em Movimento Rio de Janeiro, Masdanza International Festival of the Canary Islands, Intradance Mosca, Fringe Festival Edimburgo, Les Brigittines Bruxelles. Parallelamente all’attività di creazione, si occupa anche di percorsi di alta formazione e collabora con ricercatori e studiosi di arti performative. Nel 2019 vince il Premio “Hystrio Corpo a Corpo”.

Più informazioni su