Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport ed eventi - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport ed eventi

Ripacandida in onda su Raiuno foto

Più informazioni su

La consueta celebrazione della Santa Messa, in onda ogni domenica mattina alle 11 su Raiuno, quest’oggi ha visto protagonista il Santuario di San Donato Vescovo di Ripacandida. Le immagini provenienti dalla piccola chiesa hanno mostrato in diretta nazionale gli affreschi cinquecenteschi che l’hanno resa famosa e che hanno permesso il gemellaggio con la Basilica di Assisi. La messa è stata preceduta da un servizio di pochi minuti in cui il commentatore Rai Enrico Longo Doria ha descritto le caratteristiche e le bellezze del paese lucano, soffermandosi in particolare sul ciclo pittorico di San Donato, noto come “la Bibbia di Ripacandida”, che narra episodi della Genesi e della storia di Gesù, oltre che alcune vite di santi. Curiosa l’omelia del parroco don Francesco Distasi, che, commentando un passo del Vangelo di Matteo, celebre per il detto “Date a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio” sull’obbedienza alle autorità civili, si è riferito all’impero romano come “potenza straniera di occupazione”, agli Zeloti come “movimento partigiano antiromano”, ai Farisei come “movimento progressista giudaico” e agli Erodiani come “partito reazionario”, attingendo dalla terminologia politica dei nostri giorni. Importante comunque la visibilità ricevuta grazie alle riprese delle telecamere Rai dal santuario, un vero gioiellino d’arte medievale.

Guarda il video: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-032c3bc2-6b00-40df-8559-9a293d7fcb3b.html#p=0

Più informazioni su