Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Pubblici ufficiali in difesa degli animali foto

Più informazioni su

Con il giuramento di venerdì 21 ottobre di sei nuove guardie eco zoofile davanti al Vice Prefetto vicario Maria Raffaella Lauria, si conclude il primo progetto formativo che il Nucleo Guardie Eco-Zoofile provinciale Potenza dell’Oipa Italia Onlus Organizzazione Internazionale Protezione Animali Associazione riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, ha avviato nel 2010 con l’obiettivo di formare Guardie Zoofile Volontarie, e dotarle dei requisiti previsti dalla legge per contrastare gli illeciti in danno degli animali.
I 6 nuovi agenti, in possesso del decreto prefettizio, hanno sostenuto un esame di selezione, seguito un percorso formativo e superato tre esami di idoneità e un test finale.

I poteri delle guardie zoofile. Sono pubblici ufficiali. Il servizio cui sono destinate le guardie giurate è scritto sul decreto di nomina e/o stabilito dalla legge e dai regolamenti e nello specifico riguarda la protezione degli animali e la tutela del patrimonio zootecnico. I verbali redatti dalle guardie giurate, quali pubblici ufficiali, hanno forza di atto pubblico e costituiscono prova in giudizio fino a querela di falso. Ciò significa che quanto affermato dalla guardia nel verbale (per fatti accaduti alla sua presenza, acquisiti per percezione diretta e non per valutazioni o impressioni personali) è vero fino a prova contraria e ciò costituisce prova in giudizio. La recente Legge 20 luglio 2004 n. 189, oltre che modificare l’impianto normativo e sanzionatorio afferente agli atti di maltrattamento degli animali, attribuisce alle guardie giurate delle associazioni protezionistiche e zoofile riconosciute le funzioni e le qualifiche di polizia giudiziaria con riferimento all’applicazione di tutte le leggi a protezione degli animali d’affezione e potranno (dovranno) continuare ad occuparsi della protezione di tutti gli animali e della tutela del patrimonio zootecnico nella loro qualità di guardie giurate e dunque di pubblici ufficiali ed agenti di polizia amministrativa.
Repressione e prevenzione di reati in cui sono cinvolti animali. In veste di pubblico ufficiale le guardie eco zoofile potranno accertare violazioni, redigere verbali, identificare persone, effettuare ispezioni e comminare sanzioni, operando al servizio della collettività, in collaborazione con gli Enti istituzionali della Regione coinvolti sulla materia, per la prevenzione e repressione degli illeciti di natura amministrativa nei quali siano coinvolti animali, al pari di qualunque altro agente di polizia, per nulla rilevando in merito la loro natura di volontari: essi infatti non agiscono nel quadro di un rapporto di lavoro e non percepiscono compenso alcuno per l’attività di Guardia Zoofila Volontaria. La sezione è la prima di questo tipo, costituita  nella provincia di Potenza.
I nuovi sei agenti sono Maria Pia Masino, Valentina Labanca, Stefano Mazziotta, Pablo Damian Molina, Antonio Pasquariello, Mario Grosso

Più informazioni su